mercoledì, Giugno 19, 2024

Quando c’era la pena di morte:
tour da brivido per le vie della città

MACERATA - Una cinquantina di bambini, bambine e genitori hanno partecipato all'iniziativa proposta nell'ambito della giornata del Trekking urbano

macerata_passeggiata_brivido-3-1024x888

Che strada faceva un condannato a morte  per raggiungere piazza Mazzini, luogo in cui si svolgevano le esecuzioni nella Macerata del passato? In piazza della Libertà le lancette dell’orologio planetario si sono spostate indietro nel tempo per far partire il viaggio. Il gruppo di bambini e bambine che ha preso parte alla “Passeggiata del brivido” proposta nell’ambito dei tour del trekking urbano. Il gruppo si è poi fermato davanti alla Chiesa della Misericordia, in piazza Mazzini, davanti alla torretta del Boia in via dei Sibillini, e passando per porta Montana, dove veniva esposta la testa del condannato, ha raggiunto la biblioteca.
macerata_passeggiata_brivido-5-1024x768Una passeggiata tra quiz e prove da superare che ha visto bambini, bambine e famiglie protagoniste in un pomeriggio in cui, tra una maschera di Halloween e l’altra, hanno scoperto una faccia diversa della città. Un percorso iniziato dalla torre dei tempi, in piazza della Libertà e che è terminato in biblioteca Mozzi Borgetti con delle letture a tema curate dalla casa editrice Giaconi.
Hanno aderito in tanti, oltre 50 bambini accompagnati da mamme e papà, alla “Passeggiata del brivido” pensata e curata da Silvia Alessandrini Calisti e da Erika Mariniello, giornalista di viaggi, nell’ambito del ricco programma 26esima giornata nazionale del “Trekking Urbano”, a cui la città di Macerata ha partecipato.

macerata_passeggiata_brivido-6-1024x865

macerata_passeggiata_brivido-2-1024x783

 

Alessandra Pierini
Alessandra Pierini
mamma di Riccardo ed Angelo e esperta di parole. La sua penna è una bacchetta magica, per questo il suo soprannome è “Stilo”. Trasforma l’attualità di Macerata e provincia in articoli e racconti avvincenti.

Articoli correlati

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultime notizie