giovedì, Giugno 13, 2024

Giornata della gentilezza
con l’arbitro di serie A
e l’atleta in carrozzina

APPIGNANO - Le associazioni locali, le scuole, i volontari hanno evidenziato come la collaborazione, la buona educazione ed il rispetto per l'altro siano la base tangibile di una buona società civile. Emozionanti le testimonianze di Gian Luca Sacchi e di Roberto Ceriscioli

appignano-2-e1569580189407-729x1024

Una straordinaria due giorni dedicata ai Giochi della Gentilezza ha visto protagonista il Comune di Appignano: il 21 e 22 settembre grazie alle Associazioni locali, alle Scuole e a tanti volontari si sono susseguiti una serie di eventi che hanno evidenziato come il rispetto dell’altro sia base tangibile di una buona società civile.I ragazzi e le ragazze della scuola Primaria e Secondaria di I grado di Appignano hanno partecipato a “Puliamo il mondo”; gli agenti di Polizia Locale si sono resi disponibili alla realizzazione di un percorso con biciclette, momento divertente ed educativo per dare ai più piccole semplici regole di comportamento in strada e regalando loro la Patente della Gentilezza. L’associazione culturale-musicale-artistica “Gli Stronati” ha allietato la cittadinanza con musica e recitazione; il circolo anziani ha creato divertenti fiori di carta, sui quali i bambini e le bambine aggiungevano parole gentili e poi li donavano alle persone presenti; l’Avis e i volontari dell’Oratorio hanno fatto dipingere e giocare i più piccini ai giochi di una volta.

appignano-3-1024x768
L’arbitro Gian Luca Sacchi e l’atleta Roberto Ceriscioli

Anche le associazioni sportive “U.s Appignanese”. “Mirror asd”, “Aurora volley”, “Uips”, “Paoloni Appignano volley” e “Asd mygym2009” hanno regalato momenti di socializzazione ai giovani con brevi esibizioni dimostrative di svariati sport. Non sono mancati momenti di forti emozioni, particolarmente toccanti, come la testimonianza di Roberto Ceriscioli, Ct del Santo Stefano Banca Marche, squadra di basket in carrozzina, che ha raccontato la sua storia devastante e illuminante al tempo stesso, di caduta e di rinascita, dalla malattia che lo ha costretto in carrozzina, fino ai suoi straordinari successi internazionali con il basket. Presente anche l’appignanese Gianluca Sacchi, arbitro di calcio di serie A, che ha ricevuto un riconoscimento da parte dell’Amministrazione Comunale, per i suoi meritati successi. Presente inoltre l’Associazione “Stammibene” con il progetto Hazzard contro le dipendenze, con Paolo Nanni che ha moderato l’incontro in modo vivace e coinvolgente. Grande soddisfazione e gratitudine da parte dell’Amministrazione Comunale, in particolare del sindaco Mariano Calamita, per la grande partecipazione di pubblico.

 

appignano-e1569580013845-985x1024

 

Articoli correlati

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultime notizie