martedì, Luglio 23, 2024

A 13 anni scrittore di gialli:
Riccardo Amicuzi il più giovane finalista
al concorso nazionale

SCRITTURA - In finale, oltre allo studente di Potenza Picena, anche Andrea Raggi, residente a Corridonia

riccardo-amicuzi
Riccardo Amicuzi

di Sofia Bolelli*

Un grande talento per la scrittura che lo ha portato a vincere già piccolissimo concorsi e contest. Riccardo Amicuzi di Potenza Picena,  studente di seconda media, già apprezzato e riconosciuto ha scritto “la parola si tinse di rosso”. Con i suoi 13 anni è il finalista più giovane dei 12 selezionati per la 46esima edizione del Premio Gran Giallo Città di Cattolica, scelti fra i 110 lavori in concorso provenienti da diverse regioni d’italia e dalla Repubblica di San Marino.
Con lui un altro maceratese. Si tratta di Andrea Raggi di Milano ma residente a Corridonia. Tutti gli autori finalisti, sono accomunati dalla passione per la scrittura del genere giallo e noir. Il premio, realizzato in collaborazione con il Giallo Mondadori, è per il miglior racconto inedito del giallo e del mistero. Il vincitore sarà scelto dalla giuria composta da Cristiana Astori, Annamaria Fassio, Franco Forte, Carlo Lucarelli, Valerio Massimo Manfredi, Marinella Manicardi e Simonetta Salvetti e sarà premiato sabato 29 giugno in piazza primo maggio a Cattolica nella serata dedicata alle premiazioni del MystFest 2019 che è stato inaugurato ieri.

*Sofia Bolelli, studentessa del liceo artistico “Cantalamessa” di Macerata. Articolo scritto nell’ambito del progetto “Alternanza Scuola Lavoro”

Articoli correlati

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultime notizie