mercoledì, Maggio 22, 2024

«Non siate mai plastica»:
il saluto di fine anno

MACERATA - E l'augurio di suor Petra, madre generale dell'istituto "San Giuseppe" durante la presentazione del lavoro conclusivo del progetto "We are drops"

we-are-drops2Si chiama “The five saviours of the sea” il lavoro conclusivo del Progetto “We are drops”della scuola “San Giuseppe” di Macerata.presentato sabato scorso nell’isituto.

“We are drops”,già presentato durante la festa dello scorso anno, è un progetto a cui artisti e scienziati da tutte le parti del mondo hanno lavorato insieme ai bambini e alle bambine, con l’intenzione di generare amore, stupore e consapevolezza in grandi e piccini, per preservare e proteggere l’elemento Acqua.

Ora anche a Macerata , grazie alla collaborazione dell’artista Giuseppe La Spada, è stata scritta ed illustrata una storia e prodotto un video:  “the five saviours of the sea” ideato e scritto dagli allievi e dalle allieve della scuola San Giuseppe, con l’aiuto degli insegnanti coordinati da Samuela Giustozzi, Federica Cerquetella e Barbara Paoletti e realizzato grazie alla collaborazione dell’artista Giuseppe La Spada e dell’illustratrice Cecilia Gordigiani.

Una storia semplice, di denuncia e speranza, di impegno e collaborazione tra uomo e natura per un futuro pieno di speranza e colori. Una storia che hanno trasformato in un video e per Natale uscirà in un libro che inaugurerà la collana, dedicata ai bambini e alle bambine di una casa editrice locale. Tutti i bambini e le bambine hanno partecipato alla realizzazione del video e della storia, dai piccoli dell’Infanzia ai grandi delle medie, ogni docente ha lavorato al fianco degli esperti per contribuire con le proprie competenze perché tutti avessero la possibilità di approfondire, capire, prendere coscienza del problema dell’inquinamento dei nostri mari ed impegnarsi, loro per primi, per cambiare le cose.

Un tema affrontato in ogni materia, in ogni progetto o laboratorio svolto, capace di coinvolgere più aspetti del sapere e della conoscenza dalle arti figurative alla musica, passando per le scienze e l’italiano

we-are-drops1
i lavori svolti dai bambini.

 

Alla festa finale hanno partecipato anche il presidente del Consorzio di Bonifica delle Marche Claudio Netti e il prof. Luca Bracchetti dell’Università di Camerino. Il loro intervento è stato importante per far capire ai giovani presenti che la situazione del nostro mare, dei nostri fiumi e laghi è sotto controllo. «Ci sono dei problemi ma se tutti cambiamo atteggiamento ed avremo una maggiore consapevolezza forse riusciremo a salvare non solo le nostre acque ma anche il nostro pianeta. – spiegano i partecipanti – Un lavoro svolto in team, collaborando ed unendo competenze e professionalità diverse ma unite dallo stesso amore per la nostra Terra e dall’amore per un futuro meno triste ma denso di speranza ed ottimismo».

Sono stati inoltre premiati,durante la festa i migliori studenti, i ragazzi e le ragazzeche hanno concluso il loro percorso scolastico con ottimi voti. «Ai quali auguriamo un futuro denso di soddisfazioni e passioni. Ci sentiamo tutti responsabili del loro avvenire e vogliamo continuare ad impegnarci anche per il prossimo anno perché crescano consapevoli e rispettosi di sé  e dell’ambiente in cui vivono e non si trasformino mai loro in “plastica” come ci ha augurato la Madre Generale del nostro Istituto suor Petra» concludono gli insegnanti.

Alla festa erano presenti oltre a tutto lo staff della scuola, tantissimi genitori, bambini, molti ospiti ed esperti con cui hanno collaborato durante l’anno: l’assessore Stefania Monteverde, il presidente dello Slow Food Marche Ugo Pazzi, Laura Scopa di Forme Attuali Ceramica e tanti altri ospiti che sostengono e aiutano la realizzazione di questo progetto.

Articoli correlati

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultime notizie