domenica, Giugno 23, 2024

Super Borghetto calamita le famiglie,
in 1300 per la mascotte di Montecosaro

LA PRIMA SERATA di "Un grande spettacolo c'è" ha visto tantissime persone partecipare al festival che si svolgerà fino a domenica nel piazzale della chiesa dell'Annunziata

 

superborghetto-1-650x366

 

Bagno di superborghetto-4-325x244folla per Super Borghetto all’apertura del festival “Un grande spettacolo c’è”. Più di 1300 persone ieri sera hanno preso parte alla grande festa collettiva organizzata nel piazzale della chiesa dell’Annunziata a Montecosaro e tutta dedicata ai bambini e alle famiglie. Montecosaro ha calamitato il pubblico giovane e giovanissimo da tutte le città vicine, Civitanova, Morrovalle, Porto Sant’Elpidio diventando la vera città per l’infanzia della provincia. Sorrisi, applausi, buona cucina, giochi, divertimento, spettacoli a ripetizione per una serata che ha lasciato il segno nel cuore dei bambini e dei genitori che hanno avuto l’occasione di condividere con i propri figli momenti di spensierato divertimento. «E’ stato bello vedere mamme dipingere il murales con il proprio bambini e vedere intere famiglie ballare la baby dance coinvolte dai ragazzi delle stelle del Borgo che hanno animato tutta la festa – ha raccontato le prime impressioni della serata Stefano Cardinali, membro dell’associazione – una delle caratteristiche è proprio quella di avere decine di animatori lungo tutto il percorso, che riescono a coinvolgere i bambini con giochi, balli e attività di laboratorio. Una bella squadra composta da più di 30 ragazzi dai 10 ai 23 anni». Per chi se lo fosse perso stasera si replica e domenica sera si chiude la seconda edizione della manifestazione. Apertura stand alle 19.30, previsti anche menù adatti ai più piccoli.

superborghetto-3-650x488

superborghetto-2-650x488

Marco Cencioni
Marco Cencioni
è il nostro eroe dello sport. Appassionato di calcio, tocco sopraffino, difensore roccioso fuori e dentro il campo. Sulle sue spalle, sopra il numero 4 campeggia il nick name “Ceng”. Ha lo spirito dell’allenatore. Per lui ogni partita si gioca fino al fischio finale, non si arrende mai. Gira il mondo e la provincia per scovare i giovani campioni che diventeranno gli atleti del futuro.

Articoli correlati

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultime notizie