martedì, Giugno 25, 2024

Gli studenti e le studentesse creano
le piantine in realtà aumentata

TECNOLOGIA - Il progetto è dei ragazzi e delle ragazze dell'istituto Leopardi: con smartphone e tablet visite a Montelupone e Potenza Picena con contenuti extra

sindaco-tartabini
Al centro il sindaco Tartabini con le coordinatrici del progetto

 

Montelupone e Potenza Picena viste con la realtà aumentata: una pianta dei centri delle due città inquadrata con smartphone o tablet consentirà di accedere a contenuti nascosti come video e fotogallery. Il progetto, Città 2.0, è degli studenti e delle studentesse dell’istituto comprensivo Giacomo Leopardi di Potenza Picena e Montelupone, ed è stato cofinanziato dal Comune potentino. Si tratta di un depliant cartaceo realizzato in realtà aumentata e che consente di vedere informazioni digitali e oggetti virtuali che vanno a sovrapporsi all’ambiente che circonda il visitatore, per farlo è sufficiente scaricare la app Layar. «Semplicemente inquadrando le pagine del depliant con uno smartphone o con un tablet appariranno una serie di contenuti extra come video, fotogallery ed audio anche in diverse lingue, creati dagli studenti stessi» spiegano le coordinatrici del progetto l’insegnante Maria Bernacchini e l’animatrice digitale Sara Cioci. Il sindaco Noemi Tartabini ha testato il lavoro degli studenti e delle studentesse del Leopardi: «La cosa che trovo eccezionale – ha detto il primo cittadino di Potenza Picena – è l’uso della tecnologia per far conoscere, in primis ai nostri ragazzi, il territorio e la storia dei luoghi in cui viviamo. Questa amministrazione sostiene le attività scolastiche integrative con un proprio contributo annuale». Il progetto è stato presentato in Comune dove il sindaco e gli assessori Paolo Scocco e Tommaso Ruffini hanno ricevuto le coordinatrici del progetto.

Alessandra Pierini
Alessandra Pierini
mamma di Riccardo ed Angelo e esperta di parole. La sua penna è una bacchetta magica, per questo il suo soprannome è “Stilo”. Trasforma l’attualità di Macerata e provincia in articoli e racconti avvincenti.

Articoli correlati

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultime notizie