martedì, Giugno 25, 2024

Cofanetti portagioie, cravatte e robot:
“Sapere e saper fare” all’Ipsia

SAN GINESIO - Premiati i vincitori della quarta edizione

 

image5

L’Isia “R. Frau” di San Ginesio si è trasformata in una vetrina di capacità tecniche e creative grazie alla quarta edizione del premio “Sapere e saper fare”, destinato ai ragazzi e alle ragazze  delle scuole secondarie di primo grado e agli studenti e alle studentesse  dell’Ipsia Frau degli indirizzi “Arredo e forniture d’interni” e “Meccanica, elettronica e automazione”.

Tra gli alunni e le alunne dell’Ipsia si sono distinti Jacopo Tiberi con Cofanetto portagioie in legno, Albin Ademi e Rocco Onesto, Hakkam Fatima con Orologio, Hessebyry Marouane con Robot, Lorenzo Morichelli con Panca ecologica e Luca Moretti con Cravatta.  

image1

Ad aggiudicarsi il primo premio “Saperi e Saper fare”, a cui hanno partecipato le terze medie degli Istituti comprensivi “V. Tortoreto” di San Ginesio, Colmurano e Urbisaglia e “G. Lucarelli” di Tolentino, invece, è stato il gruppo composto da Nausicaa Ruggeri, Mirea Manno e Angela Di Serio, dell’istituto di Colmurano sede di Urbisaglia con “La fattoria”; il secondo posto è stato raggiunto da Filippo Migliarese, Alessandro Feliciotti, Filippo Tiranti, Michele Piancatelli, Marco Nunzi del Lucarelli di Tolentino con “Il Sapientino di scienze”; terza classificata Caterina Grilli dell’istituto di San Ginesio con “L’energia dell’acqua”. Novità di quest’anno è stato il premio “Ragazzo Smart” assegnato dalla Nuova Simonelli ad  Alket Hoxha che, con il suo Radar, “si è distinto per originalità, innovazione, sostenibilità e tecnica”.

image3

Nella giuria, Mauro Parrini di Simonelli Group, Mario Lupetti della Dafram, Davide Pinciaroli della Laminox, Nicola Pinto dell’università di fisica di Camerino, Elisa Ranucci, promotrice del premio, Fabrizio Ceselli, genitore di uno studente dell’IPSIA prematuramente scomparso, e Mariella Del Monte, titolare dell’omonima Libreria di Macerata presso cui i vincitori potranno spendere i buoni premio generosamente offerti dall’ideatrice dell’evento Elisa Ranucci, che hanno valutato i lavori proposti in base a cura dei dettagli, grado di autonomia nella realizzazione dell’opera, originalità del progetto e delle tecniche utilizzate e sostenibilità dal punto di vista energetico.

image4 image7

 

Articoli correlati

1 COMMENT

  1. Da Mauro Parrini della Direzione Operations di Simonelli Group riceviamo:

    “Simonelli Group, da sempre vicina al territorio, ha risposto con vero piacere all’invito a far parte della giuria di questo premio. Molti di questi giovani studenti dell’IPSIA Frau vengono nella nostra azienda per progetti di alternanza scuola-lavoro. Sono esperienze molto utili per l’avvicinamento dei ragazzi alle professioni e soprattutto al mondo del lavoro, che oggi richiede competenze tecniche specifiche dell’industria 4.0.

    Quest’anno abbiamo istituito un nostro premio all’interno di questa competizione tecnologica e creativa, il premio “Ragazzo Smart”per il progetto che si è più distinto per originalità, innovazione, sostenibilità e tecnica, andato ad Alket Hoxha, del III sezione Meccanica, elettronica e Automazione, per il suo Radar sviluppato con Arduino1 e simulatore di immagini”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultime notizie