martedì, Luglio 16, 2024

Riflessioni sul futuro
all’Ipsia Pocognoni

MATELICA - L'istituto ha ospitato un incontro con il Consolato dei maestri del lavoro.

ipsia_matelica
Un momento dell’incontro

 

Nella bella cornice dell’Auditorium dell’Ipsia “Pocognoni” di Matelica, gremita di studenti delle terze, quarte e quinte meccanica dell’Iis Pocognoni e da un folto gruppo di Maestri del Lavoro del Consolato Provinciale di Macerata accompagnati dal Console Mdl  Angelo Previati, si è svolto un incontro sul Progetto Scuola-Lavoro, sul tema “Progetto-futuro” (Dopo il sisma … quale futuro?) Il dirigente scolastico Oliviero Strona ha ringraziato i Maestri del Lavoro per la loro disponibilità. Poi i relatori Giuseppe Attilio Trotta-Eures Adviser, Coordinamento per la Regione Marche, European Employment Service e  Marisa Celani – Front Office Politiche Comunitarie della Regione Marche, hanno dato lettura della comunicazione inviata dall’Assessore Regionale al Lavoro e Formazione Professionale  Loretta Bravi , che per un improvviso impegno istituzionale, non ha potuto essere presente.

ipsia_matelica_
Il Console Angelo Previati, Oliviero Strona, Massimo Martinelli, Giuseppe Attilio Trotta, Marisa Celani

L’Assessore ha toccato vari argomenti sul futuro dei giovani, ma in particolar modo ha sottolineato quanto la Regione sta preparando per loro: “stiamo lavorando con delle prospettive ben precise. La rete del dimensionamento scolastico regionale punta molto sulla alternanza scuola-lavoro e la territorialità, nella coscienza che l’alternanza scuola-lavoro è una esigenza fondamentale dei vostri cuori e delle vostre menti. Non possiamo scindere il discorso della istruzione e della formazione da quello delle competenze specifiche e delle manualità tipiche del mondo del lavoro. Un’alternanza che vedrà, a breve, dei poli territoriali dove la Regione metterà a disposizione dei locali per favorire l’incontro e l’interazione tra le Università, le aziende e vari stakeholders del territorio. Ribadisco il valore della territorialità, perché prima di ogni esperienza all’estero ogni vostra esperienza futura, è necessario radicarsi bene con una preparazione puntuale che vi è possibile avere nei vostri luoghi di appartenenza. Non la scavalcate questa, ma vivetela fino in fondo. Oggi ci è chiesto di essere competitivi, preparati, sia che vogliamo affrontare un discorso formativo e di università, sia che vogliamo lavorare”.

ip-sia_matelica_Il-Console-Angelo-Previati-Marisa-Celani-Giuseppe-Attilio-Trotta
Il Console Angelo Previati, Marisa Celani, Giuseppe Attilio Trotta

Poi il saluto dell’assessore Massimo Montesi per l’amministrazione comunale di Matelica, il quale ha sottolineato l’importanza della preparazione per il proprio percorso nel mondo del lavoro: guardare con fiducia al futuro e quindi quanto sia importante il passaggio dell’esperienza dai “diversamente giovani” alle nuove generazioni. La relatrice Marisa Celani ha illustrato, con dovizia di particolari e la proiezione di alcune slides quali sono i servizi e le informazioni che il Centro Europe Direct Regione Marche fornisce ai cittadini marchigiani: finanziamenti dell’Unione Europea sulle politiche e istituzioni europee, opportunità di mobilità per i giovani, lo Sportello promuove ed organizza anche eventi su tematiche comunitarie, incontri e giornate di orientamento con le scuole, un servizio Allerta sulle opportunità di mobilità per i giovani.
Ha concluso i lavori Giuseppe Attilio Trotta, che ha sottolineato quanto sia importante conoscere almeno una lingua straniera (inglese o tedesco), poi collegarsi al portale dell’Eures per informarsi su quali sono i Paesi europei che cercano lavoratori , scegliere il Paese dove si vorrebbe andare a lavorare ed inviare il curriculum vitae in inglese. Per eventuali colloqui si deve andare ben preparati, assolutamente negativo rimanere in silenzio. Consigli molto utili per coloro che volessero fare esperienze lavorative fuori dai confini nazionali.

 

Alessandra Pierini
Alessandra Pierini
mamma di Riccardo ed Angelo e esperta di parole. La sua penna è una bacchetta magica, per questo il suo soprannome è “Stilo”. Trasforma l’attualità di Macerata e provincia in articoli e racconti avvincenti.

Articoli correlati

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultime notizie