lunedì, Luglio 15, 2024

“Il paese rotondo”,
dove lo stare insieme diventa cultura

CAMPOROTONDO - Tre giornate di festa interculturale nell'ambito del progetto finanziato dal Dipartimento per le pari opportunità

Lab1-4

Valorizzare  una cultura di pace, basata sulla conoscenza, il rispetto e sul piacere dello stare insieme. E’ l’intento del progetto “Il paese rotondo, incontri dal mondo”, che ha avviato l’amministrazione comunale di Camporotondo, in collaborazione con i gruppi spontanei “Il Paese Rotondo” e “Camporotondo Cucine dal Mondo”. Il progetto,  finanziato dal Dipartimento per le Pari Opportunità della Presidenza del Consiglio, si è svolto con tre giornate di festa interculturale, il 23, 24 e 25 marzo, nei principali luoghi di aggregazione della comunità: la sala consiliare, la struttura polifunzionale, la mediateca e l’ostello comunale. L’evento è stato caratterizzato dalla realizzazione di laboratori gratuiti, aperti alla cittadinanza e finalizzati alla creazione di composizioni artistiche, che sono state condivise pubblicamente il 24 e il 25 marzo.

Cena-etnica-Ceca-3-4-1024x576

Suoni dal mondo, tenuto da Chiara Cirilli,  ha coinvolto i bambini e le bambine del doposcuola comunale (fascia 6-11 anni), le letture condivise in famiglia, per bambini e bambine da 0 a 8 anni si sono svolte in collaborazione con il gruppo di volontari di Camerino del programma nazionale Nati per Leggere e con la Libreria Il Nautilus di Tolentino. Corpi narranti, percorso corporeo, condotto da Genny Ceresani, ha coinvolto le donne italiane e migranti nella realizzazione di una performance, “Viaticum” che ha avuto come tema il viaggio e l’incontro. Martina Basconi,  ha tenuto “Segni visivi”, laboratorio di esplorazione del proprio potenziale creativo attraverso l’Arte della Tessitura, finalizzato alla creazione di un’opera d’arte condivisa sul tema dell’integrazione, consegnata e presentata al comune in presenza del sindaco e dell’amministrazione comunale. Altri eventi sono stati “Io sono unico: cambiamenti, metamorfosi e originalità”, tenuto da Irene ed Emilia di “Ognidomenica”, attraverso la lettura di “Elmer, l’elefante variopinto”, costruzione di maschere libere a partire da materiale di recupero, la  Cena etnica (Repubblica Ceca) el’aperitivo interculturale, show-cooking a cura di Camporotondo Cucine dal Mondo.

Lab2-4-1024x575

Spettacolo-viatucum1-1024x578

Aperitivi-interculturali

slogan-4-1024x576 Spettacolo-viaticum4-4-1024x576 Lab-viaticum_espressione-corporea-4 Arazzo4-4 arazzo1-4-1024x768

Spettacolo-visticum3-4-1024x578

arazzo-3-4-768x1024

Spettacolo-viaticum2-1024x578

arazzo-2-4-1024x768

lab3-1024x578  Cena-etnica-Ceca1-1024x578 Cena-etnica-Ceca2-4-920x1024

 

 

Gabriele Censi
Gabriele Censi
Esperto di video con la sua telecamera non si lascia sfuggire un servizio. Ama la natura e la vita nei campi e porta sempre i frutti della terra ai suoi inseparabili amici della Base. E’ il grande saggio e bisbiglia consigli e suggerimenti. “Guru” lo chiamano gli amici. Nessuno conosce la sua età.

Articoli correlati

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultime notizie