venerdì, Giugno 14, 2024

“Incontri con i mestieri”:
l’imprenditore agricolo si racconta

MACERATA - Garbini, uomo d'impresa marchigiano che crede nei giovani e nell'ambiente, alla scuola media San Giuseppe

ce7219aa-5a96-4a64-9b62-644e9d56e3be

Bruno Garbini, manager agricolo, impegnato nella sfida per uno sviluppo sostenibile, è stato il protagonista di “Incontro con i mestieri”. ciclo di incontri che vede impegnati i ragazzi e le ragazze dell’istituto “San Giuseppe” di Macerata.

Prosegue con successo la rassegna, ideata dall’Istituto primario e secondario “Incontro con i mestieri, come scegliere bene seguendo il buon esempio”. Scopo del’iniziativa è quello di avvicinare i ragazzi a punti di riferimento importanti nel mondo del lavoro,dell’imprenditoria e dello sport e imparare qualcosa dai loro racconti intrisi di sogni, vittorie ma anche di delusioni e amarezze. Molte sono le personalità celebri che hanno partecipato all’iniziativa come dirigenti Nike, Mattel e avvocati.

Mercoledì mattina, è stato il turno di Bruno Garbini, un imprenditore marchigiano del settore agricolo molto conosciuto ed apprezzato ha presentato la sua nuova sfida: il Progetto Arca, una società che promuove l’agricoltura per la rigenerazione controllata dell’ambiente, delle colture e culture. Nel suo progetto, che porta aventi insieme agli imprenditori Fileni e Loccioni, ha coinvolto Istituzioni, agronomi, giovani ricercatori,associazioni e tutti quelli che hanno a cuore il nostro territorio, per diffondere nuovi metodi per un’agricoltura più attenta alla rigenerazione del suolo, alla salute di tutti e ad una sostenibilità economica.
Per questo si batte per valorizzare e sviluppare il  territorio, così ricco di sapere antico e pronto ad accogliere le nuove sfide per uno sviluppo sostenibile.

«Sappiamo quanto sia difficile pensare ad un futuro in questo momento per i ragazzi – scrivono gli organizzatori dell’iniziativa –  quanti dubbi e perplessità li affliggono, ma non possiamo non dare loro esempi positivi ed aiutarli a trovare la forza di seguire le loro aspirazioni. Abbiamo così iniziato questo percorso invitando a Scuola degli amici che come noi credono nell’importanza di una buona formazione ma anche di buoni esempi da seguire, nello spirito di impresa, nella generosità e nel fare bene il proprio lavoro.
Persone semplici, benché famose ed affermate, che si sono formate con impegno e tanta umiltà, che hanno creduto nel proprio talento, per quello si sono battuti ed hanno fatto scelte, sacrifici, rinunce fino ad ottenere ottimi risultati. Non perdendo mai di vista i valori fondamentali e mettendosi sempre a disposizione degli altri e donando tanto anche facendo bene il proprio mestiere».

Articoli correlati

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultime notizie