domenica, Maggio 26, 2024

Judo Equipe Macerata
trionfa in Veneto

ARTI MARZIALI - Pietro D'Orazio, Francesco Donzelli, Alessandro Dezi, Matilde Maria Mercuri e Flavio Civita, portacolori della società del capoluogo, hanno primeggiato nelle loro categoria al Trofeo internazionale che si è svolto a Treviso

judo-equipe-macerata
Pietro D’Orazio, Francesco Donzelli, Alessandro Dezi, Matilde Maria Mercuri e Flavio Civita

Trasferta veneta per i giovani atleti del Judo Equipe Macerata. Cinque rappresentanti hanno preso parte per la prima volta al prestigioso “Trofeo Internazionale – Città di Treviso”. All’evento, ben noto agli addetti ai lavori, hanno preso parte anche rappresentative straniere, come Croazia e Slovenia, per un totale di circa 260 atleti preagonisti in gara. L’attività prevista per le classi giovanili senza attribuzione di punteggio, ha visto comunque gli atleti biancorossi primeggiare in tutte le classi “fanciulli”. Dopo numerosi incontri, infatti, risultavano primi nei rispettivi raggruppamenti Alessandro Dezi, Francesco Donzelli e Pietro D’Orazio, mostrando, quest’ultimo, quella tenacia e quella determinazione che a volte non riesce ad esprimere pienamente. Sul secondo gradino del podio il Judo Equipe Macerata anche con le classi “bambini”, rappresentate da Flavio Civita e Matilde Maria Mercuri che, dopo essersi cimentati in un scoppiettante percorso ginnico di abilità, si sono poi confrontati con altri coetanei in incontri di lotta a terra, nei quali, va segnalato, Flavio Civita ha dato la migliore prestazione di sempre e Matilde Maria Mercuri non si è scoraggiata di fronte ad avversari di mole maggiore. In definitiva, una trasferta positiva da rifare ed integrare, possibilmente, con un training camp al locale club di judo, grazie anche allo stretto legame tra il Judo Equipe Macerata ed il Judo Equipe Feltre del tecnico federale Maria Elena Turchet, che possa lasciare ai judoka biancorossi un’esperienza di sport e di vita a 365 gradi.

Marco Cencioni
Marco Cencioni
è il nostro eroe dello sport. Appassionato di calcio, tocco sopraffino, difensore roccioso fuori e dentro il campo. Sulle sue spalle, sopra il numero 4 campeggia il nick name “Ceng”. Ha lo spirito dell’allenatore. Per lui ogni partita si gioca fino al fischio finale, non si arrende mai. Gira il mondo e la provincia per scovare i giovani campioni che diventeranno gli atleti del futuro.

Articoli correlati

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultime notizie