giovedì, Luglio 18, 2024

“Ho imparato cosa fare
per salvare una vita”

SAN SEVERINO - Alla manifestazione che si è svolta in piazza del Popolo, ideata per diffondere la cultura del primo soccorso stradale e del volontariato in ambulanza, le dimostrazioni hanno coinvolto i giovani delle scolaresche cittadine

 

 

mille-e-118miglia-del-soccorso-san-severino-2-181x300

 

Piccoli soccorritori crescono, con “Mille e 118 miglia del soccorso”. Gli studenti di San Severino sono stati coinvolti dagli organizzatori in piazza del Popolo, dove per due giorni hanno sostato ambulanze, automediche e una superbolide Lamborghini che si usa per trasportare gli organi. Piccoli e grandi hanno potuto assistere a dimostrazioni di primo soccorso, anche con l’aiuto di manichini. E agli studenti in particolare è stato insegnato come aiutare una persona che ha un infarto o che ha le vie respiratorie completamente ostruite, come chiamare i soccorsi e cosa fare in attesa dell’arrivo del 118. A inaugurare la due giorni settempedana dedicata al soccorso il sindaco di San Severino, Rosa Piermattei, l’assessore comunale ai Servizi sociali, Vanna Bianconi, i referenti dell’associazione La Sorgente, della C.M.P. e quelli dell’Anas, società partner dell’iniziativa.La manifestazione è stata ideata dal medico bolognese Cristian Manuel Perez per diffondere la cultura del primo soccorso stradale e del volontariato in ambulanza.

mille-e-118miglia-del-soccorso-san-severino-1-1024x685

mille-e-118miglia-del-soccorso-san-severino-4-1024x685

mille-e-118miglia-del-soccorso-san-severino-5-1024x685

mille-e-118miglia-del-soccorso-san-severino-7-685x1024

mille-e-118miglia-del-soccorso-san-severino-9-1024x666

mille-e-118miglia-del-soccorso-san-severino-10-1024x685

mille-e-118miglia-del-soccorso-san-severino-11-1024x685

Marco Cencioni
Marco Cencioni
è il nostro eroe dello sport. Appassionato di calcio, tocco sopraffino, difensore roccioso fuori e dentro il campo. Sulle sue spalle, sopra il numero 4 campeggia il nick name “Ceng”. Ha lo spirito dell’allenatore. Per lui ogni partita si gioca fino al fischio finale, non si arrende mai. Gira il mondo e la provincia per scovare i giovani campioni che diventeranno gli atleti del futuro.

Articoli correlati

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultime notizie