domenica, Giugno 23, 2024

“Cari vigili del fuoco,
voi siete i migliori:
i nostri super salvatori”

MACERATA - Una lettera e una filastrocca degli alunni e delle alunne della scuola Fratelli Cervi hanno commosso i presenti in piazza della Libertà durante il Macerata School Festival

Il-Dirigente-Scolastico-Rita-Emiliozzi-dellI.C.Alighieri-con-il-Comandante-dei-Vigili-del-Fuoco-Pierpaolo-Patrizietti-e-due-alunni-dellIstituto
Un alunno e un’alunna della scuola Fratelli Cervi con la dirigente Rita Emiliozzi e il comandante Patrizietti

 

Una lettera ai vigili del fuoco. è stato questo il gesto scelto dalle classi quinte dell’istituto comprensivo Dante Alighieri di Macerata per chiudere il Macerata School Festival. Una missiva che ha commosso tutta la piazza gremita dei remigini in occasione della festa di inizio anno scolastico.

“Caro Comandante e cari vigili del fuoco tutti, grazie per aver controllato le nostre scuole e aver confermato che sono sicure così che noi possiamo imparare, studiare, stare insieme e divertirci senza pericolo.
In questo ultimo anno abbiamo sentito molto spesso notizie che vi riguardano. Vi ringraziamo per aver soccorso e salvato molte persone e per non esservi mai arresi, anche quando sembrava di essere senza speranza. La vostra vicinanza ci dà sicurezza; il vostro coraggio ci rende più forti.
Ci siete sempre stati vicini e non avete mollato, pur di aiutare chi ne aveva bisogno: c’è gente che per via del terremoto ha dovuto lasciare le proprie abitazioni e chi, invece, ha ancora una casa in cui vive con malinconia. E non solo, possiamo contare su di voi anche quando c’è un’emergenza con il fuoco.
Grazie.
Un’ ultima cosa……. siete fieri del vostro lavoro e della divisa che indossate? Come vi sentite quando riuscite in una missione? Siete felici di essere riuniti qui con noi oggi?
Per noi tutti siete degli eroi.

classe-5^A-Scuola-Primaria-F.Cervi_
La classe 5A della scuola primaria Fratelli Cervi

Vi siamo grati per tutti i vostri sacrifici e ci dispiace che, per via di tutto questo, abbiate trascurato le vostre famiglie.
Ora possiamo sorridere con sicurezza. Grazie per l’immenso lavoro. Vi sosteniamo con il cuore e vi preghiamo di continuare così.”
Parole semplici, ma dirette al cuore; dopo l’esperienza del sisma che ha turbato la quotidianità, a distanza di un anno, i bambini, forse ancor più degli adulti, conservano nella mente i ricordi di quei brutti momenti e, quasi a volersene liberare, urlano il loro “grazie” a questo Corpo di “grandi uomini” che ha dedicato mesi di lavoro per la sicurezza di tutti.
Poi è arrivato il momento di una bella filastrocca, scritta dagli alunni della Scuola Primaria IV Novembre dello stesso Istituto, da cui traspariva sì la tristezza di un’esperienza drammatica, ma anche la serenità riacquistata, metaforicamente e realmente rappresentata dalla figura del Vigile del Fuoco accanto ai nostri alunni:
“A scuola Sicurezza prima di tutto,
perché il terremoto è stato proprio brutto:
è triste, è spaventoso ed è accaduto
tutto quanto in meno di un minuto.
Noi sappiamo bene cosa fare:
se la terra senti tremare,
sotto il banco devi andare
e, quando la scossa senti finire,
immediatamente devi uscire.
Ma molta gente è stata sfortunata
e dal terremoto non si è salvata.
Quando qualcuno si sente perduto,
i vigili del fuoco arrivano in aiuto.
Il rumore della loro sirena
lo sentirebbe anche una navicella aliena……

classe-5^B-Scuola-Primaria-F.Cervi_
la 5B della scuola primaria Fratelli Cervi di Macerata

Se c’è una valanga in montagna
loro arrivano nel tempo di mangiare una castagna
e mettono al sicuro nonni e nipotini,
mamme, papà, gattini e cagnolini.
Quando serve, ci sono in ogni momento:
non sono mai stanchi, ma veloci come il vento.
Vigili del fuoco, voi siete i migliori,
siete i nostri super salvatori.
Con voi tutto il mondo
è più sicuro e più giocondo.
Grazie per quello che per noi fate
perché la nostra città salvaguardate.
Quante volte dovremmo dirvi grazie? Sette?
Troppo poco … settanta volte sette!
Grazie di cuore … Sappiamo con certezza
che voi siete la nostra sicurezza!”

un-momento-della-manifestazione

Alessandra Pierini
Alessandra Pierini
mamma di Riccardo ed Angelo e esperta di parole. La sua penna è una bacchetta magica, per questo il suo soprannome è “Stilo”. Trasforma l’attualità di Macerata e provincia in articoli e racconti avvincenti.

Articoli correlati

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultime notizie