martedì, Giugno 25, 2024

Il “Gino d’Italia” su due ruote
per portare arte ai bambini di Visso

RICOSTRUZIONE - Lo scrittore milanese Marchitelli fa tappa nelle Marche con il suo progetto di crowdfunding e lettura in collaborazione con Mus-E

marchitelli-durante-una-sosta-del-tour
Gino Marchitelli durante una sosta

In bicicletta per raccogliere fondi a favore dei bambini e delle bambine di Visso e Amandola attraverso l’associazione Mus-e Italia onlus che organizzerà dei laboratori nelle scuole elementari delle realtà fortemente colpite dal terremoto che ha sconvolto il centro Italia. 

Protagonista del ciclotour solidale è uno scrittore milanese che si chiama Gino Marchitelli e sta girando l’Italia su due ruote. In questi giorni è arrivato nelle Marche. Personaggio non nuovo a questo genere di iniziative solidali, Marchitelli stavolta ha voluto sensibilizzare le persone sul tema dell’infanzia e di come il sisma possa aver giocato un ruolo importante, dal punto di vista psicologico, sui più piccoli.

“Per questo ho pensato a Mus-e, una realtà nazionale molto qualificata che da tempo opera nelle scuole che si trovano in situazioni di disagio. Con i suoi artisti porterà creatività e sorrisi tra i bambini che hanno vissuto questa terribile esperienza del terremoto.” Così lo scrittore sintetizza il progetto di crowdfunding che sinora ha fruttato una raccolta di quasi 4.000 euro, cui si lega anche la presentazione del suo ultimo libro dal titolo “Ben, Tondo e gatto Peppone”: ogni tappa infatti prevede letture e canzoni tratte da questa storia che rappresenta una novità nella produzione letteraria di Marchitelli. “Si, finora avevo scritto soltanto romanzi gialli. Poi, con le edizioni Zefiro, è nata l’idea di questo racconto illustrato per ragazzi, una favola contro il pregiudizio che promuove i valori della vera fratellanza e della sincerità, della necessaria fiducia tra genitori e figli, del coraggio di certe scelte anche contro il sentimento dei più. Ci è sembrato il giusto strumento da legare al crowdfunding, e per ciò lo abbiamo inserito tra le ricompense previste dal progetto: oltre ai laboratori sarà infatti possibile donare anche questo libro ai bambini di Visso e Amandola”.
La scelta del tour in bicicletta completa il progetto solidale: “l’idea di un percorso slow, di un viaggio più lento e faticoso ma ricco di sensazioni e d’incontri non potevo che affidarla alla bicicletta. Pedalare e pedalare, ma vedere anche i volti delle persone, e scoprire strade e paesaggi che, da dentro una macchina, rischierebbero di apparire tutti più o meno uguali. Così invece puoi fermarti quando vuoi, puoi salutare gente, puoi incuriosire e contribuire a gettare il seme di una mobilità più dolce, meno inquinante, più consapevole”.

COP
E così il Gino d’Italia, come qualcuno l’ha chiamato, prosegue il suo viaggio lungo la costa adriatica. Sabato 26, alle 17.30, farà tappa a Fermo, in Piazza del Popolo, nell’ambito del festival della filosofia FiloFest. Fermo è sede di una attivissima associazione locale Mus-e presieduta dall’imprenditore Enrico Paniccià, che è anche membro del direttivo nazionale di Mus-e Italia. Insieme a Marchitelli, per parlare dell’iniziativa e del libro, ci sarà anche Vinicio Ongini, coordinatore dell’Osservatorio Nazionale per l’Integrazione e l’Intercultura del Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca. Per seguire il tour, avere informazioni sul progetto, i luoghi degli incontri e le modalità di adesione alla campagna, si possono consultare i siti www.becrowdy.com, www.scrittorefelice.it e www.mus-e.it.

MUS-E, COS’E’ – Mus-e Italia è un’associazione no profit con il compito di promuovere e coordinare il progetto Mus-e nel nostro paese. Mus-e (Musique Europe) è un progetto multiculturale europeo (a Bruxelles ha sede la Fondazione Internazionale Yehudi Menuhin di cui Mus-e è diretta emanazione), dedicato alle scuole dell’infanzia e primarie con elevata presenza di bambini immigrati o provenienti da difficili situazioni socio-familiari che si propone di contrastare, attraverso esperienze artistiche, l’emarginazione e il disagio partendo dalla vita a scuola. I laboratori Mus-e sono offerti gratuitamente, prevedono incontri settimanali durante le ore curriculari nell’arco di tutto l’anno scolastico e si sviluppano in una stessa classe per la durata di tre anni.
Gli strumenti principali di lavoro e coinvolgimento nei laboratori tenuti da artisti professionisti sono i diversi linguaggi artistici (musica, arti figurative, espressione corporea, teatro, mimo). Mus-e Italia sostiene la nascita di nuove sedi locali coordinandone il lavoro progettuale, organizzativo e artistico e promuove incontri nazionali e internazionali con gli altri Paesi Mus-e. Dalla data di fondazione della sede italiana, nel 1999, il progetto ha registrato un notevole sviluppo su tutto il territorio nazionale con il coinvolgimento, ogni anno, di centinaia di scuole, oltre 12.000 alunni e circa 180 artisti professionisti.

Alessandra Pierini
Alessandra Pierini
mamma di Riccardo ed Angelo e esperta di parole. La sua penna è una bacchetta magica, per questo il suo soprannome è “Stilo”. Trasforma l’attualità di Macerata e provincia in articoli e racconti avvincenti.

Articoli correlati

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultime notizie