giovedì, Maggio 23, 2024

Un calcio all’esclusione:
i ragazzi down in campo

PORTO POTENZA - Presentato il progetto curato dall'associazione Amadown in collaborazione con la società del presidente Ferraresi. All'interno del settore giovanile creata una squadra di calcio a 8 mista con alcuni bambini affetti dalla sindrome

IMG-20170811-WA0025-650x434

 

IMG-20170811-WA0022-325x217

 

Il Porto Potenza calcio capofila di un progetto per l’inserimento di ragazzi con la sindrome di down. La presentazione della nuova stagione 2017/2018 è stata l’occasione per ufficializzare un progetto curato dall’associazione Amadown in collaborazione con l’associazione sportiva dilettantistica. L’annuncio qualche giorno fa all’oratorio Don Bosco di Porto Potenza, alla presenza del presidente della società calcistica Mario Ferraresi, il vice Fabio Sacconi e il responsabile del settore giovanile Carlo Carlini e con il sindaco Francesco Acquaroli. Il progetto prevede l’inclusione di ragazzi affetti da sindrome di down all’interno del settore giovanile e la creazione di una squadra di calcio a 8 mista con alcuni ragazzi down. Un’iniziativa importante per  permettere a tutti di misurarsi con le loro abilità e anche con il loro talento.

IMG-20170811-WA0013-650x434
Un momento della presentazione

Il progetto è curato da Tonino Di Biase, Sauro Pediconi, Andrea Costantini ed Enrico De Conciliis ed avrà come testimonial due grandi ex del calcio italiano, Massimo Ciocci (ex giocatore dell’Inter) e Maurizio Zandegù. Il progetto prevede anche il miglioramento di uno dei due campi da calcio del comune con la sostituzione del terreno con un campo in erba sintetica.

 

IMG-20170811-WA0019-650x434
Enrico De Conciliis di Amadown

IMG-20170811-WA0012-650x434

IMG-20170811-WA0014-650x366

IMG-20170811-WA0011-650x434

Alessandra Pierini
Alessandra Pierini
mamma di Riccardo ed Angelo e esperta di parole. La sua penna è una bacchetta magica, per questo il suo soprannome è “Stilo”. Trasforma l’attualità di Macerata e provincia in articoli e racconti avvincenti.

Articoli correlati

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultime notizie