sabato, Giugno 22, 2024

Un babbuino contro le tensioni
dopo il terremoto

PROGETTO - I bambini di terza,quarta e quinta dell'istituto comprensivo di Colmurano imparano l'inglese e affrontano con Jonkey the Monkey le loro paure

yoga-e-Jonkey-the-Monkey-ist.-Colmurano-2

La storia di una simpatica scimmietta, Jonkey the Monkey, tante risate, balli e giochi insieme ispirati ai principi dello yoga della risata: così nelle scuole di Colmurano, Loro Piceno ed Urbisaglia i bambini si lasciano alle spalle la tensione per il terremoto ed imparano ad affrontare meglio le piccole e grandi sfide della vita quotidiana. Il progetto che si svolge in inglese è stato ideato dall’insegnante Silvia Martorelli che da due anni insegna lingua inglese nell’istituto comprensivo di Colmurano e condiviso con la dirigente scolastica Luciana Salvucci. Il percorso educativo si è articolato in 60 ore per nove classi (circa 150 bambini) di terza, quarta e quinta delle scuole primarie di Colmurano, Loro Piceno e Urbisaglia, sei ore per ogni classe, distribuite su sei settimane continuative per ogni scuola. E’ stata inoltre prevista l’apertura temporanea di un club per i genitori interessati, con i quali fare yoga della risata una volta a settimana, di sera tra le 21 e le 22.30, in modo da condividere il percorso tra genitori e figli. Durante gli incontri i bambini scoprono le avventure di Jonkey the monkey, nel suo habitat naturale, la giungla, insieme ad altri personaggi sotto il segno dei quattro principi della gioia individuati dal fondatore dello yoga della risata, il dottor Madan Kataria: giochi, canti, balli e risate.

yoga-e-Jonkey-the-Monkey-ist.-Columrano-1

“Al fine di essere maggiormente coinvolgente e comprensibile dai bambini a cui avrei raccontato la storia e spiegato parte dei giochi in inglese, ho scelto di affidarmi ad una illustratrice e il caso, il 16 novembre 2016, mi ha fatto conoscere la creatività di Scheila Morganti, autrice del cartoon Bimbolino”, racconta Silvia Martorelli. “Proprio a ridosso del mio compleanno, è nata Jonkey, babbuino dalla lunga coda a strisce, zampe snelle e occhi profondi, luminosi e birichini. Il tempo di scrittura e di realizzazione della storia è trascorso velocemente creando quattro episodi centrati su quattro temi o dualità contrapposte, ma importanti nella vita di ogni bambino e individuo – continua l’insegnante – il bullismo ed al contrario la capacità di entrare in sintonia con gli altri, la paura nei confronti dei fenomeni naturali disastrosi, come il terremoto, l’eruzione di un vulcano e l’esondazione di un fiume, contrapposti alla capacità di superare un evento traumatico, ovvero la resilienza e il senso di gratitudine verso la bellezza della natura e di ciò che abbiamo di piacevole intorno a noi. Altri temi sono la contrapposizione tra scoraggiamento e paure versus la costruzione di autostima e fiducia nelle attività sportive e quotidiane collettive e la condivisione di danze e ritmi, in quanto espressione di gioia, libertà e sintonia di gruppo”. Accanto a Jonkey la scimmietta ci sono altri personaggi, come il coccodrillo Byle, i dieci grilli, il leone Bryan, il pinguino Jim, il castoro Igor, il puma Titzy, la iena Paul, in un mondo fantastico in cui si parla anche la lingua gibberish, che si popola di paure e timori, per esorcizzarli con il gioco, lo yoga della serata e la condivisione delle emozioni, in modo da far diventare i piccoli più consapevole e più pronti, per le prossime sfide che inevitabilmente, incontreranno sul loro cammino.

Articoli correlati

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultime notizie