sabato, Giugno 15, 2024

Cosa c’è nel mio piatto?

ALIMENTAZIONE - Occasioni per pensare, riflettere e comprendere giocando come, da dove, tramite chi e perché i cibi arrivano nelle nostre case. E nelle nostre pance

UNIMC_logo_rosso

paola-nicolini_Foto-LB-1-300x223
Paola Nicolini

 

di Paola Nicolini*

Ieri pomeriggio all’università abbiamo parlato di te.

Ti chiederai come sia possibile che all’Università, che è un luogo per i grandi, ci si occupi di te, che sei un bambino o una bambina. In effetti non abbiamo parlato proprio di te, personalmente, ma di te come bambino o bambina, e del tuo diritto di godere di una sana e buona alimentazione. Perché tu hai diritto di sapere quel che stai mangiando, hai diritto a un’educazione che ti renda consapevole delle funzioni che il cibo svolge per la tua crescita fisica e di quel che serve al tuo corpo per avere a disposizione energie mentali. Hai diritto a conoscere quanto le scelte alimentari influenzino non solo te come singolo individuo, ma l’insieme della comunità in cui vivi e dell’ambiente che ti circonda. Hai diritto a comprendere i processi economici che alla produzione, elaborazione e fornitura di cibo sono connessi.

edueat
L’incontro all’università di Macerata

Ti sei mai chiesto chi ha preparato i biscotti che trovi in tavola per la tua colazione? Hai mai pensato dove “nasce” la mela che mangi per la tua merenda? E la pasta che tanto ti piace, sai come è stata prodotta? Hai idea di cosa ci sia dentro la tua merendina preferita? O nella marmellata? O nella cioccolata che ti fa leccare i baffi? Hai mai provato a immaginare quali sono i processi attraverso i quali le fettine di carne che talvolta costituiscono il piatto della sera arrivano nei negozi che le vendono e poi a casa tua? E che dire dei formaggi? Delle uova? Dei salumi? Delle verdure? Dei legumi? Che ingredienti ci sono poi nel pane e nella pizza che, sono certa, adori? Insomma, ci sono tante cose da sapere sul cibo, tutte molto interessanti e importanti, perché il modo in cui ti alimenti ricade sulla tua salute tanto quanto su quella dell’intero pianeta. Per tutti questi motivi ieri, con un po’ di studenti e studentesse dell’università di Macerata che sono impegnati a studiare come ragionano i bambini e le bambine, cosa possono comprendere del mondo che li circonda e come possiamo noi adulti supportare i loro ragionamenti perché crescano informati e consapevoli, abbiamo dedicato del tempo a metterci nei tuoi panni, perché ci sta a cuore il tuo sviluppo di cittadino e di abitante della terra.

edueat-1-300x224
In cattedra: Giulia Messere che si occupa del progetto Edueat insieme a Unimc e Laboratorio delle idee

Abbiamo in mente un progetto ambizioso, che è quello di voler creare attenzione sui modi in cui vieni nutrito, non solo da parte dei tuoi familiari e della tua scuola, che già sicuramente ne hanno, ma soprattutto da parte delle persone che gestiscono ristoranti, trattorie e pizzerie, perché anche quando sei fuori casa ti possa essere garantito del cibo gradevole e stuzzicante, ma al tempo stesso sano e salutare. C’è un gran da fare, sai, per questo progetto. Ma abbiamo dei fidati compagni di viaggio, come ad esempio il Laboratorio delle idee, un’azienda di Fabriano che sta supportando questa idea con tanto lavoro.

 

edueat-2-300x224Se sei incuriosito e ti va di saperne di più, anche per dare risposta alle domande che ho prima elencato, abbiamo almeno due appuntamenti in programma nei prossimi giorni. Saremo a Sant’Elpidio a Mare domenica 7 maggio, in occasione dell’evento “Sant’Elpidio a Mare in Fiore”, quest’anno dedicato anche al mondo dell’infanzia. Ti aspettiamo dalle 16,30 alle 18 insieme ai nostri amici Govut, per scoprire insieme il fantastico mondo di Sensolandia, dell’alimentazione e della crescita consapevole. Poi domenica 21 maggio dalle 17 alle 19 saremo a Macerata nell’Orto dei pensatori con il nostro laboratorio “Olfattando e saporando” basato sulla degustazione e sull’esplorazione sensoriale. Ci saranno attività di gioco per te e momenti di riflessione per i tuoi familiari, per divertirsi e apprendere insieme. Se vuoi sapere di più del nostro progetto e delle nostre attività puoi farti aiutare e dare un’occhiata al link www.edueat.com

*Psicologa dello sviluppo e dell’educazione, Università di Macerata

Articoli correlati

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultime notizie