venerdì, Giugno 14, 2024

Cinque strategie per stimolare
il linguaggio dei bambini

QUATTORDICESIMA PUNTATA - Se tuoi bambini fanno fatica ad esprimersi segui questi semplici consigli per aiutarli a sviluppare le proprie capacità. Per i nostri lettori anche il codice promozionale per acquistare materiale dal blog Mamma Logopedista a prezzi scontati

ana_batti5Da mamma bilingue (quante sfide ogni giorno con l’italiano… non avrei mai pensato che fosse così difficile) sono stata sempre un pò preoccupata per lo sviluppo linguistico dei miei gemelli, che hanno cominciato a parlare tardi – come tanti bilingue – e ancora adesso, compiuti 3 anni, fanno fatica a esprimersi. Per questo sono stata contentissima quando ho trovato lo stupendo blog di Eleonora Monaca, Mamma Logopedista – blog semiserio di una logomamma (in fondo all’articolo trovi il codice promozionale Cronache Maceratesi Junior per acquistare i prodotti del blog a prezzi scontati). Eleonora è logopedista da 20 anni, esperta nello sviluppo linguistico dei bambini piccoli (fino a 4 anni) e mamma di due figlie. Tutti i suoi consigli e video sono di grande aiuto come anche il suo e-book Strategie utili al benessere comunicativo (se vuoi ecco il link). In linea con il Metodo Hanen, mi sembra uno stupendo punto di partenza per ripensare l’approccio al modo in cui dialoghiamo con i bambini. Da questo libro prendo, con il permesso di Eleonora, 5 idee che possono contribuire a comunicare meglio con qualsiasi bambino che comincia il percorso del linguaggio. E vi raccomando di leggerlo e rifletterci sopra perché in questo volume di idee da mettere in pratica e di cose da evitare ce ne sono tante.

bambino1) Guardatevi quando parlate. Eleonora spiega benissimo perché Il contatto viso a viso, la vicinanza, facilita la comprensione e aiuta al piccolo a comprendere, magari istintivamente, come bisogna muovere la bocca, le labbra e i denti per produrre i suoni.

2) Parlate, parlate tanto, nominate le cose e ripetete, insistete sulle parole chiave (“adesso preparo  la zuppa, una zuppa buonissima, la zuppa d’inverno della nonna. Per cucinare la zuppa taglio la  cipolla, fina fina, mi servono pure le carote…”), aiutateli a dare un nome a quello che li circonda (le  cose, le azioni, le emozioni). Descrivete, ridondate in modo da fornire il modello.

famiglia3) Articolate e gesticolate. McArthur e Bates, due insigni studiosi dello sviluppo linguistico  hanno provato che i bambini che associano le parole ai gesti, parlano meglio e parlano di più. Il  teatrino non verbale aiuta e rinforza.

bambino-ridere4) Aspettate. Non siate frettolose quando tocca parlare al piccolo, dategli il tempo di cui ha bisogno.  A volte capita pure a me che mi chiedono qualcosa e, poiché la mia lingua non è l’italiano, devo  pensare qualche secondo o minuto in più su come rispondere. I bambini stanno cominciando a  dominare il linguaggio, rispettate il loro tempo, accelerarlo non aiuta.

nonno-nipote5) Elogiate. Il successo della comunicazione è qualcosa d’importante e merita un “l’hai  detto benissimo”.

 

 

*** CMJLOGO è il codice sconto valido per acquisti sullo shop: http://shop.mammalogopedista.it per i quaderni di Mamma Logopedista (non per i prodotti partner). Basta inserirlo nel momento del pagamento per avere il prezzo scontato.

Marco Ribechi
Marco Ribechi
è l’esploratore della redazione. Ama la natura e gli animali, va in missione con il suo fido compagno Teo. La sua passione sono i viaggi avventurosi. Lui è “Rio”. Soffre il freddo tremendamente e aspetta tutto l’anno l’arrivo del sole e della bella stagione. Per rilassarsi strimpella un po’ la chitarra. Sportivo ha la passione per la bicicletta.

Articoli correlati

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultime notizie