venerdì, Giugno 14, 2024

I consigli di nonna Maria
per l’anno scolastico del terremoto:
“State insieme e aiutatevi “

LA LETTERA - Ex maestra della scuola primaria scrive a docenti dirigenti per fare i propri auguri e dare qualche suggerimento su un anno di lezione molto particolare

museo-della-scuola-ricca-macerata-7297-1024x683
Foto d’archivio

Nonna Maria Carla Fuscà, maestra in pensione, si preoccupa per gli studenti che in questo anno scolastico hanno perso tante ore di lezione e avranno difficoltà a finire i programmi. In una lettera aperta indirizzata ai dirigenti e agli insegnati delle scuole di ogni ordine e grado manda gli auguri di buon lavoro e qualche consiglio.

LA LETTERA – “E’ questo un anno scolastico anomalo sotto tanti punti di vista, il terremoto ha alterato il normale  funzionamento delle lezioni con lunghe pause forzate; ciò ha obbligato gli studenti a ricominciare da capo più volte e, sempre, con uno stato d’animo pieno di ansia, paura e precarietà. Questo stato di cose non agevola la capacità di concentrazione e “la voglia di fare”. Sicuramente i docenti non stanno meglio di loro ma l’età adulta e l’atteggiamento educante potrebbe andare loro in soccorso. Oggi è necessario preoccuparsi e occuparsi di chi è più fragile e esposto. Invito soprattutto i docenti a prendere in considerazione questa semplice riflessione e li incoraggio a dedicarsi ad una nuova accoglienza, il più possibile serena, rassicurante che possa aiutare gli studenti a  ritrovare un minimo di fiducia e serenità per il resto dell’anno scolastico. Vorrei dire ai docenti: non preoccupatevi del programma! Ciò che è assolutamente più importante per i  ragazzi è imparare a gestire l’inevitabile paura, esaltando, in questo momento, i valori del vivere insieme aiutandosi. Spesso molti e difficili apprendimenti passano attraverso forme leggere ma ricche di affetto e  comprensione. Grazie per tutto ciò che riuscirete a fare”.

Marco Ribechi
Marco Ribechi
è l’esploratore della redazione. Ama la natura e gli animali, va in missione con il suo fido compagno Teo. La sua passione sono i viaggi avventurosi. Lui è “Rio”. Soffre il freddo tremendamente e aspetta tutto l’anno l’arrivo del sole e della bella stagione. Per rilassarsi strimpella un po’ la chitarra. Sportivo ha la passione per la bicicletta.

Articoli correlati

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultime notizie