venerdì, Giugno 21, 2024

Il terremoto non spegne la musica,
una nuova casa per la scuola Biondi

CAMERINO - Con il nuovo anno riprendono le attività dell'istituto Nelio Biondi che restituirà la passione a 160 allievi in attesa delle lezioni. Il direttore ha un sogno: "Costruire uno spazio per accogliere i giovani musicisti". Pronto il progetto è già partita la raccolta fondi

nelio-biondi-musica
Un saggio della scuola di Musica Nelio Biondi

Una scuola lesionata dal terremoto, aule distrutte e 160 alunni che vogliono esercitarsi. Una passione, quella per la musica, che non vuole smettere di pulsare. Con il nuovo anno, dal 7 gennaio, riprendono le attività didattiche dell’istituto musicale Nelio Biondi di Camerino dopo la pausa delle vacanze di Natale. E riprendono con un progetto ambizioso ma importante: lanciare una raccolta fondi per costruire una nuova “casa” capace di accogliere tutti quelli che vogliono imparare a suonare uno strumento.

pianoforte
Un pianoforte messo in salvo

«Dopo il terremoto siamo rimasti senza sede – spiega il direttore Vincenzo Correnti – Ci esercitavamo nel palazzo della musica ma ora non è agibile e comunque si trova nella zona rossa off-limits. Abbiamo la necessità di ripartire e oggi le lezioni si tengono nella scuola Ipsia Ercoli». Dal 3 dicembre si è potuto ripartire con qualche corso in via sperimentale e dopo la pausa Natalizia gli allievi e i docenti possono riprendere le normali lezioni di strumento e di tutti i corsi complementari. La ricca offerta formativa programmata per questo anno scolastico dovrebbe essere confermata e realizzata con qualche cambiamento di date e periodo. Ma per rialzarsi serve un grande progetto: «Abbiamo intenzione di costruire una nuova scuola di musica – spiega entusiasta il direttore – Abbiamo in cantiere un progetto per un’area di 400metri quadrati che sorgerà in un terreno comunale. Per costruirla abbiamo bisogno di aiuto e per questo è partita una raccolta fonda a cui hanno già aderito alcune realtà che amano il mondo della musica. Insieme a noi anche la banda città di Camerino, una formazione eccellente di oltre 60 persone, è rimasta senza casa». Oggi gran parte degli strumenti, la biblioteca, l’archivio, il mobilio con 40 anni di storia sono ancora all’interno del Palazzo della musica. I pianoforti a coda sono stati invece “parcheggiati” alla ditta Rossini che gentilmente ha messo a disposizione il proprio magazzino.

musica
Una insegnante con due piccole allieve

Per partecipare alla raccolta fondi e sostenere la scuola di muisica Nelio Biondi:

ADESSO MUSICA – Ass.Musica Sez. Istituto Musicale N. Biondi

codice Iban: IT 71 Q 08456 68830 000020155054

Banca dei Sibillini – Filiale di Camerino.

Causale: Donazione libera Emergenza Terremoto

 

Marco Ribechi
Marco Ribechi
è l’esploratore della redazione. Ama la natura e gli animali, va in missione con il suo fido compagno Teo. La sua passione sono i viaggi avventurosi. Lui è “Rio”. Soffre il freddo tremendamente e aspetta tutto l’anno l’arrivo del sole e della bella stagione. Per rilassarsi strimpella un po’ la chitarra. Sportivo ha la passione per la bicicletta.

Articoli correlati

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultime notizie