martedì, Giugno 25, 2024

Non si buttano i rifiuti elettronici,
dentro ci sono oro e argento

AMBIENTE - Gli apparecchi tecnologici che non funzionano più devono essere trattati in modo speciale perchè contengono tante ricchezze e sono altamente inquinanti. Segui i nostri consigli e prendi ispiazione per partecipare con la tua classe al concorso "Una fiaba dedicata agli elettrodomestici", le iscrizioni si chiudono il 9 dicembre e si possono vincere tanti fantastici premi

rifiuti-elettronici-raee
Rifiuti tecnologici

Mancano pochi giorni alla chiusura delle iscrizioni per il concorso a premi “Una fiaba dedicata agli elettrodomestici”. Per darti l’ispirazione ti poniamo questa ingarbugliata domanda: il tuo vecchio videogioco, il tuo telefonino o il tuo tablet rotto, che fine fanno quando li getti nella spazzatura? “Non lo so” è la risposta più comune – “Ci pensano i miei genitori a buttarli via”. Invece è molto importante sapere dove finiscono i RAEE – Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche – perchè gettarli nella pattumiera o nel cassonetto della raccolta indifferenziata è un grande errore! E’ uno vero spreco di energie e di denaro perché si rinuncia al recupero di materie prime importanti come ferro, alluminio, rame, plastica, ecc. e metalli preziosi sono riutilizzabili nei cicli produttivi per costruire nuovi oggetti. Lo sapevi che nelle loro componenti c’è anche rame, argento e persino oro? Hai mai sentito dire che qualcuno butta via l’oro? Spero proprio di no. Inoltre gettare nella spazzatura normale queste apparecchiature è un gesto dannosissimo per il pianeta. Infatti questi prodotti elettronci sono composti anche da sostanze inquinanti, come i clorofluorocarburi, e tossiche, come il mercurio, altamente nocive per l’uomo e per l’ambiente.

oro
C’è anche l’oro nei nostri apparecchi tecnologici

Allora come si possono evitare sprechi, riciclare e non inquinare il pianeta? Due sono le cose che puoi fare: la prima è verificare se il tuo video gioco, il tuo telefonino o il tuo tablet funzionano ancora. Se proprio hai deciso di buttarli via perché son “vecchi” per te fatti accompagna dai tuoI genitori al Centro del Riuso del Comune di Macerata in Contrada Fontescodella vicino alla Palazzetto dello Sport, oppure se non sei di Macerata cerca il centro del riuso più vicino alla tua città. Questi centri sono struttura  incaricate di ritirare e distribuire a chi li vuole beni usati ancora utilizzabili. Altri bambini e bambine potrebbero ancora giocarci. La seconda cosa da fare, se sei sicuro che il tuo dispositivo proprio non funziona più, è cercare un contenitore apposito nella tua città dove vengono trattati in maniera sicura e differenziati. Mi raccomando fatti aiutare dai tuoi genitori!

bambino-scrivere
Inizia a scrivere la tua storia

Ma la cosa più speciale che puoi fare è quella di scriverci una bella storia con i tuoi compagni di classe e la tua maestra e partecipare al mega-super-straordinario concorso a premi “Una fiaba dedicata agli elettrodomestici” che raccoglierà tante storie da tutta la regione e alla fine le pubblicherà in un bellissimo libro illustrato (leggi l’articolo). Tutte le informazioni le puoi trovare nel sito www.spazioambiente.org però affrettati perchè hai tempo fino al 9 dicembre per iscrivere la tua classe! Tra i premi c’è anche un favoloso corso di giornalismo che i nostri esperti verranno a fare direttamente nella tua classe. Allora cosa stai aspettando, iscriviti e poi inizia subito a lavorare con i tuoi compagni! Buon lavoro e “ATTENTI AL RAEE”.

Marco Ribechi
Marco Ribechi
è l’esploratore della redazione. Ama la natura e gli animali, va in missione con il suo fido compagno Teo. La sua passione sono i viaggi avventurosi. Lui è “Rio”. Soffre il freddo tremendamente e aspetta tutto l’anno l’arrivo del sole e della bella stagione. Per rilassarsi strimpella un po’ la chitarra. Sportivo ha la passione per la bicicletta.

Articoli correlati

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultime notizie