martedì, Giugno 25, 2024

La bugia del Pinocchio
ad Ancona

LUOGHI - La verità sull'origine del nome del rione nel capoluogo

La statua di Pinocchio
La statua di Pinocchio

Mai fidarsi di Pinocchio. Il burattino famoso per raccontare bugie non fa eccezione ad Ancona.

Per quanto si possa facilmente cadere nell’errato, Pinocchio, il piccolo rione del capoluogo, non ha preso il nome dall’omonimo personaggio della celebre favola di Carlo Collodi. E’ stato denominato così, infatti, perché la vecchia frazione rurale era, ed è tuttora, in una zona ricolma di pini italici, i cui frutti, sono detti in dialetto locale “pinocchi”. Il nome in seguito diede spunto a Vittorio Morelli, noto scultore italiano, che decise di far nascere una statua dedicata al famoso burattino. Il monumento fu inaugurato dal sindaco Francesco Angelini  domenica 30 maggio 1954. Si tratta della prima statua dedicata al notorio figlio di Geppetto in Italia. Questa divenne nel giro di poco tempo il simbolo della città e venne raffigurata in molte cartoline.

(Articolo realizzato da Patrick Dattilo nell’ambito del progetto “Alternanza scuola lavoro”)

Articoli correlati

2 COMMENTS

  1. In realtà, “Pinocchio” fu la storpiatura, imposta dalla cartografia ufficiale del neonato Regno d’Italia, del toponimo “Pedocchio”, come anche chiaramente risultante dalle mappette del precedente Catasto Gregoriano.
    I cartografi italiani, principalmente di origine piemontese, infatti, commisero numerosi errori nella trascrizione dei toponimi. La sola città di Ancona ne annovera almeno altri due celebri esempi (Montagnòlo anziché Mont’Àgnolo e Pietralacroce anziché Pié della Croce).
    Sull’origine del più corretto “Pedocchio”, si sono poi accampate varie ipotesi, una delle mie quali farebbe risalire il toponimo alla abituale presenza in zona di carovane di “zingari”, i pregiudizi nei confronti dei quali li avrebbero voluti sporchi e quindi portatori di parassiti.
    L’estinzione del ricordo del toponimo originario è comunque un fatto tutto sommato recente: l’attuale ospedale geriatrico, sito in zona, fino a pochi decenni fa, era popolarmente detto anche “Pidocchì”.

  2. Sono d’accordo al 100% con Anconetano Anconetano. Il nome deriva dalla parola “pidocchio”, dovuto al fatto che un secolo fa era un quartiere abitato da povera gente, contadini e piccoli artigiani, modesto e popolare. Collodi era stato per alcuni anni maestro in Ancona e amava, nel tempo libero, recarsi su quel colle da dove, allora non c’erano costruzioni, si vedeva un panorama fantastico. Quando Collodi ha dovuto dare un nome al suo burattino ha cercato, nel suo vissuto, un ricordo che gli suggerisse un sostantivo che fosse il più possibile la definizione di una cosa estremamente semplice e popolare e allora, dalla sua memoria, è scaturito il ricordo delle passeggiate fatte al quartiere anconetano, modesto e popolare, il “pidocchio”. Lui, non potendo usare la parola così com’era, per ovvi motivi, ha tolto la D e ha messo una N e così ha dato al suo immortale burattino il nome di Pinocchio.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultime notizie