mercoledì, Maggio 22, 2024

Il sindaco incontra
i bambini della “Mestica”

MACERATA - Romano Carancini è stato invitato dai quindici piccoli alunni della scuola dell’infanzia, oggi in visita al Comune, alla festa che si terrà domani alle 10,30 nel parco di Fontescodella

Il sindaco di Macerata Romano Carancini ha ricevuto dalle mani dei quindici bambini della scuola dell’infanzia dell’istituto comprensivo Mestica l’invito per la festa che si terrà domani alle 10,30 nel parco di Fontescodella.Il primo cittadino ha incontrato in Comune i piccoli alunni, accompagnanti dalle maestre Claudia Lautizi e Lella Campanella. La festa rappresenta il momento finale di un progetto realizzato dalla scuola in collaborazione con la professoressa Rosita de Luigi dell’università degli Studi di Macerata. La classe mista di bambini di 3/4/5 anni provenienti da ben 16 diverse nazionalità ha visto, nei diversi momenti dell’anno scolastico, la lettura in classe da parte dei genitori di favole tradizionali di Paesi quali Argentina, Nigeria, Perù, Algeria e Italia. La festa di domani, invece, sarà incentrata sulle musiche e sui balli tipici dei diversi paesi. Si festeggerà, si ballerà e si mangerà insieme per salutare i bambini che dal prossimo anno frequenteranno la scuola Primaria. Il sindaco Carancini si è intrattenuto piacevolmente con tutti i bambini e ha parlato della fascia tricolore che indossava e spiegato il significato della stessa.  Prima di congedarsi dalla scolaresca il sindaco ha consegnato un regalino a tutti bambini e una spilletta con lo stemma della città alle due maestre.

Il sindaco Romano Carancini con i bambini della scuola dell’infanzia dell’istituto comprensivo Mestica
Il sindaco Romano Carancini con i bambini della scuola dell’infanzia dell’istituto comprensivo Mestica
Marco Cencioni
Marco Cencioni
è il nostro eroe dello sport. Appassionato di calcio, tocco sopraffino, difensore roccioso fuori e dentro il campo. Sulle sue spalle, sopra il numero 4 campeggia il nick name “Ceng”. Ha lo spirito dell’allenatore. Per lui ogni partita si gioca fino al fischio finale, non si arrende mai. Gira il mondo e la provincia per scovare i giovani campioni che diventeranno gli atleti del futuro.

Articoli correlati

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultime notizie