domenica, Maggio 19, 2024

Allo Sferisterio la storia di Otello
per i più piccoli

Il Macerata Opera Festival aderisce agli European Opera Days. Domani giochi e racconti per i bambini, sabato visite guidate in Arena e domenica spettacolo al Lauro Rossi in collaborazione con Macerata Racconta

Si parte dai bambini per celebrare i dieci anni degli European Opera Days. Da domani a domenica lo Sferisterio, che aderisce all’iniziativa dell’European Opera Forum, ha organizzato tre giorni di eventi gratuiti.

Domani 6 maggio, l’appuntamento è per i più piccoli. Dalle 17 alle 19 nella sala ex cinema dello Sferisterio è in programma un fantastico e divertente viaggio alla scoperta dell’opera lirica per bambine e bambini dai 4 ai 10 anni, accompagnati dai genitori.

Tra giochi e racconti, i partecipanti possono seguire la narrazione della storia di Otello, opera in cartellone quest’anno, con il coinvolgimento diretto nella produzione di suoni, rumori e disegni per ricreare l’ambientazione. Questa iniziativa è inserita anche nel programma culturale di Macerata Racconta e viene realizzata in collaborazione con l’Università di Macerata – corso di Psicologia dello sviluppo -; in particolare con gli studenti Unimc, i dottorandi e la professoressa Paola Nicolini (leggi l’articolo).

Il giorno successivo, invece, l’arena maceratese apre le porte a chiunque abbia voglia di fare una visita inedita e scoprire anche il “dietro le quinte”. A fare da “cicerone” infatti c’è il personale organizzativo, artistico e tecnico che lavora al Macerata Opera Festival. Quattro i turni previsti: alle 10, alle 11, alle 17 e alle 18.

Domenica 8 maggio, si conclude con uno spettacolo realizzato in collaborazione con Macerata Racconta. Alle 21.15 al teatro Lauro Rossi c’è Opera in giallo, ovvero la presentazione del libro di Marco Malvaldi, Buchi nella sabbia, arricchita dagli interventi musicali del soprano So Eun Jeon e Cesarina Compagnoni al pianoforte. Ingresso gratuito.

Alessandra Pierini
Alessandra Pierini
mamma di Riccardo ed Angelo e esperta di parole. La sua penna è una bacchetta magica, per questo il suo soprannome è “Stilo”. Trasforma l’attualità di Macerata e provincia in articoli e racconti avvincenti.

Articoli correlati

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultime notizie