venerdì, Giugno 14, 2024

Il paesaggio come fonte di benessere
dal punto di vista di studenti e studentesse

RECANATI - Domenica 29 maggio al teatro cittadino una gionata di spettacoli, mostre e proiezioni per la conclusione del progetto Xsianixnoi che coinvolgerà anche gli adulti

WhatsApp-Image-2022-05-24-at-11.28.18-1024x576
Gli alunni e le alunne intenti ad ascoltare

Il progetto Xsianixnoi, giunto alla sua dodicesima edizione, si conclude domenica 29 maggio con una giornata di spettacoli, mostre e proiezioni esito dei tanti laboratori realizzati in città dal comune di Recanati e dall’Amat, ispirati dal tema del paesaggio come fonte di benessere.

«È una grande soddisfazione presentare quest’anno i laboratori di Xsianixnoi in presenza dopo un periodo difficile vissuto soprattutto dagli adolescenti. Il progetto – ha dichiarato l’assessora alle culture Rita Soccio – si è concentrato sul far vivere alle ragazze e ai ragazzi momenti creativi e di socialità per il benessere personale a partire dal tema del paesaggio che si lega a quello leopardiano dell’infinito. Bella e proficua la collaborazione con l’Itis “Mattei” sicuramente da replicare. Rinnovata anche l’ampia adesione al progetto da parte degli adulti, coinvolti nelle attività con un laboratorio teatrale molto partecipato».

WhatsApp-Image-2022-05-24-at-11.28.19-1024x544

 

Alle 16.30 sul palco del Teatro persiani saliranno i giovanissimi allievi e allieve della scuola secondaria di primo grado San Vito con “D-istante un solo istante. Quassù – Un barone rampante”, spettacolo esito del laboratorio a cura di Lorenzo Bastianelli. Il regista e fondatore di teatro Sovversivo ha guidato gli adolescenti alla scoperta dei segreti del palcoscenico attraverso le parole di Calvino. Come raccontare le vicende del famoso e ribelle Cosimo che sceglie di guardare il paesaggio da un altro punto di vista con luci, musiche, corpo e oggetti di scena?
Alle 17.30, e in replica alle 18, la proiezione del film, realizzato con i bambini e le bambine della scuola primaria, “Suono dentro, il paesaggio dell’anima” a cura del collettivo 7-8 chili. Nello sviluppo di una riflessione sull’importanza del paesaggio i bambini e le bambine hanno lasciato su carta i propri pensieri rivelando una sensibilità e una profondità commoventi, i materiali prodotti nell’ambito del laboratorio saranno consultabili nel foyer del teatro.

WhatsApp-Image-2022-05-24-at-11.28.19-1-1024x573
A seguire l’inaugurazione dell’installazione sonora realizzata dalla scuola Patrizi e da un gruppo di studenti e studentesse dell’Itis Mattei. Nel portico del Teatro persiani ogni spettatore, inquadrando un qr code e con l’ausilio dei propri auricolari, potrà ascoltare come i ragazzi e le ragazze hanno descritto e raccontato alcuni paesaggi a loro cari. Il laboratorio è stato curato in maniera congiunta da Lorenzo Bastianelli e 7-8 chili.
A chiudere l’evento, alle ore 21, saranno gli adulti del laboratorio condotto da Sonia Antinori: Rossella Accattoli, Elisabetta Bernacchini, Patrizia Dobrilla, Paolo Ferrara, Antonella Luminati, Marisa Maccarone, Ivana Ottaviani, Paola Panzini, Emilio Romoli, Mariella Rossini e Luana Trubbiani. Lo spettacolo dal titolo “Paesaggio con figura”, realizzato in collaborazione con Malte, è il frutto di un percorso orientato alla creazione drammaturgica a partire dalla personale esperienza della natura dei partecipanti.

Articoli correlati

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultime notizie