lunedì, Maggio 20, 2024

Lo spettacolo di Natale salta per Covid,
il preside mantiene la promessa
e nasce la “Festa di primavera”

CAMERINO - Gli alunni e le alunne della scuola primaria Salvo D’Acquisto hanno potuto metterlo in scena appena possibile con il pubblico in sala

 

palco
I bambini e le bambine sul palco

Mantenere una promessa: mettere in scena “Un sogno per Natale” appena possibile con il pubblico in sala.

Salvo-dAquistoCon “Festa di primavera… il richiamo di un sogno” la promessa del dirigente Francesco Rosati è stata mantenuta. A ridosso delle festività pasquali, infatti, gli alunni e le alunne della scuola primaria Salvo D’Acquisto di Camerino sono tornati sul palcoscenico e, sabato 9 aprile all’auditorium Benedetto XIII, hanno accolto il pubblico con le note di Mendelssohn (il Frühlingslied op. 71 n.2 “Canto di primavera”), invitandolo a ricordare insieme quello spettacolo realizzato a porte chiuse per via dell’aumento dei contagi e a condividere un sogno che deve continuare.

spettacoloSembra passato tanto tempo da Natale e molte cose sono già cambiate, ma il messaggio dei bambini e delle bambine  è lo stesso: non si è mai troppo piccoli per fare la differenza. «Vogliamo continuare su questa strada e fare la differenza rivolgendo un pensiero all’ambiente e, in questo momento, anche alle vittime delle guerre», così hanno concluso gli alunni e le alunne. Lo spettacolo ha visto i bambini e le bambine che, con un ramoscello d’ulivo in mano, hanno dedicato uno spazio di riflessione sulla pace. Si è trattato di un primo ritorno alla normalità, adottando tutte le misure di contenimento previste dalla norma, che ha permesso  di vivere una grande emozione regalata dal calore di genitori e familiari. Il progetto teatrale è realizzato nell’ambito del progetto europeo Pon “Apprendimento e socialità”, finalizzato a promuovere iniziative per l’aggregazione, la socialità e la vita di gruppo degli studenti dopo il lungo periodo in dad.

20220409_221034-1024x302«L’istituto – conclude la nota – desidera ringraziare la ballerina Rossella Campolungo per l’amichevole partecipazione in una scena dello spettacolo, Patrizia Menghi di “Pam tessuti” per la realizzazione dei costumi di scena e soprattutto tutte le famiglie degli alunni che hanno supportato il progetto teatrale con fiducia e collaborazione, dimostrando ancora una volta grande attaccamento all’istituto e alla città».

Articoli correlati

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultime notizie