domenica, Giugno 23, 2024

Gara di solidarietà tra le scuole
per la raccolta “Donacibo”

SOLIDARIETA' - Gli alunni e le alunne, insieme ai loro insegnanti, hanno raccolto alimenti non deperibili

 

donacibo-1-1024x768
Un momento dell’iniziativa Donacibo

Gara di solidarietà tra le scuole della provincia di Macerata, che dal 21 al 26 marzo scorso hanno preso parte al Donacibo, la raccolta di cibo organizzata dal Banco di Solidarietà di Macerata, che coinvolge le scuole del territorio.

donacibo-6-1024x766

L’iniziativa, che è stata una settimana di educazione alla condivisione nelle scuole, ha avuto l’obiettivo di raccogliere generi alimentari non deperibili, che poi saranno distribuiti alle persone bisognose. Spiegano gli organizzatori: «E’ nostra ferma convinzione che contribuire ad accrescere nei bambini e negli adolescenti in età scolare la coscienza del bisogno, attraverso un gesto di condivisione, sia un fattore profondamente educativo: attraverso le iniziative che promuovono una cultura del dono, si può educare alla responsabilità verso se stessi, gli altri e le cose».

donacibo-3-768x1024Gli alunni e le alunne, insieme ai loro insegnanti, hanno raccolto alimenti non deperibili, come pasta, riso, legumi, tonno, pelati, latte, zucchero, inserendo nei cartoni alimenti omogenei e riportando sulle schede delle donazioni tipologia di alimento, quantità e peso, mettendoli ordinatamente negli scatoloni. L’unica scuola superiore della provincia ad avere aderito sono i licei di Camerino, con otto classi scelte una per ogni sezione: le quarte per il linguistico, per scienze umane e lo scientifico, il terzo classico e il secondo sportivo. L’iniziativa ha suscitato grande entusiasmo e adesione sia dei ragazzi che del personale del liceo, approfondendo il motivo e il significato di tale raccolta i ragazzi e le ragazze hanno manifestato il desiderio di ripetere l’esperienza anche il prossimo anno estendendola a tutte le classi. Tra le scuole che hanno vissuto positivamente l’esperienza anche il comprensivo Badaloni di Recanati.

donacibo-2-768x1024Tutte le classi dell’infanzia, della primaria e della secondaria di primo grado hanno partecipato facendo esperienza di cosa significa donare non solo cibo ma attenzione, tempo, amicizia. I bambini e le bambine dell’infanzia hanno fatto proprio questo momento attraverso una storia “Il re del dono” a cui hanno dato vita con dei bellissimi disegni. Alla primaria diversi bambini hanno portato i loro cibi preferiti, così che i loro coetanei a cui andrà il pacco avranno una colazione gustosa e si sono voluti coinvolgere in prima persona per dividere gli alimenti e confezionarli. E alle medie? Un’insegnante racconta che all’inizio i ragazzi hanno faticato a coinvolgersi ma poi proprio i più “irrequieti” o con situazioni familiari complesse sono stati quelli che hanno portato più alimenti: chi conosce il bisogno di ricevere dona di più!

foto-donacibo-6-1024x768All’iniziativa hanno aderito otto classi dei licei di Camerino, venti del Convitto nazionale di Macerata, dodici dell’istituto San Giuseppe di Macerata, quattro sezioni della scuola dell’infanzia delle figlie dell’Addolorata di Macerata, sette gruppi della parrocchia Santissimo Sacramento di Macerata, tre classi della scuola dell’infanzia Arcobaleno di Montecosaro, dieci classi del comprensivo Monti e della primaria Carlo Urbani di Pollenza, 36 classi di Recanati tra il comprensivo Badaloni, le scuole dell’infanzia Montefiore, Le Grazie, via Camerano e primaria Urbani, infanzia e primaria e secondaria di primo grado San Vito.

donacibo-5-1024x766

donacibo-4-768x1024

foto-donacibo-7-768x1024

foto-donacibo-5-766x1024

foto-donacibo-4-1024x576

foto-donacibo-1-1024x576

foto-donacibo-2-1024x576

foto-donacibo3-1024x1024

Articoli correlati

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultime notizie