martedì, Giugno 18, 2024

«Invece dei carri armati
comprerei un ospedale per bambini
con il parco giochi»

NO WAR - Dalla scuola dell'infanzia di Belforte del Chienti pensieri e disegni per la pace

I-DISEGNI-PER-LA-PACE_Page_10-724x1024Pensieri in libertà sulla guerra di bambini e bambine della scuola dell’infanzia di Belforte del Chienti dell’Istituto comprensivo Simone De Magistris di Caldarola sono stati raccolti dalle maestre. Vediamo insieme cosa pensano di quanto sta accadendo in Ucraina attraverso le loro considerazioni e  i loro disegni raccolti dalle insegnanti.
 
Insegnante: “Cari bambini e bambine, che sta succedendo di brutto in questi giorni?”
Tutti in coro: “La guerra!”
Lorenzo: “Il mondo adesso è rotto perché c’è la guerra e le case sono rotte”
Aurora: “E’ brutto fare la guerra perché le persone muoiono”
Margherita: “Quando una bomba esplode è brutto perché anche un nonno e una mamma possono morire”
Bianca: “Non c’è da fare la guerra perché i bambini muoiono e le mamme piangono”
Thomas: “La guerra fa morire tante persone anche gli amici”

I-DISEGNI-PER-LA-PACE_Page_9-724x1024Insegnante: “ Come possiamo far smettere la guerra?”
Aurora: “Facendo la pace e dividendo le cose, perché i cattivi vogliono delle cose e i buoni non gliele vogliono dare”
Thomas: “Possono chiedere scusa e mettere le armi per terra!”
Lorenzo: “E’ un peccato che le persone muoiono, Putin ha proprio gli occhi da cattivo”
Thomas: “Non è bello uccidere le persone, ma è bello fare la pace”
Margherita: “Se con quel cattivo ci parla il Papa che è tanto buono”
Bianca: “Con le pistole cariche di cuoricini, coriandoli, fiori e stelle filanti”

I-DISEGNI-PER-LA-PACE_Page_8-e1646303154675-1024x724Insegnante: “Se una persona si presenta con un’arma, voi che fareste?”
Margherita: “Se una persona mi volesse sparare con una pistola, io non prenderei un’altra pistola, ma penserei a fare la pace e gli direi: “Dobbiamo fare la pace e diventare amici”
Lorenzo: “Io gli porto un dono, così lui diventa buono”
Aurora: “Mi avvicino senza armi e gli do il ditino per fare pace”
Thomas: “Io mi avvicino senza niente e gli dico che voglio parlare e giocare con lui”
Bianca: “Io gli porto un fiore, un cuore ed una stella”

I-DISEGNI-PER-LA-PACE_Page_7-724x1024Insegnante: “ Secondo voi invece di costruire le armi che possiamo costruire?
Aurora: “Invece di costruire le armi io con quei soldi comprerei un dolcetto per fare la pace”
Lorenzo: “Io invece ci costruirei un ospedale per curare le persone ferite”
Margherita: “Se si fa la guerra il mondo è violento”
Bianca: “Invece dei carrarmati comprerei un ospedale per i bambini con il parco giochi”
Thomas: “Io costruirei tante case nuove per i bambini, le mamme e i papà’”

I-DISEGNI-PER-LA-PACE_Page_6-724x1024Insegnante: “Ma se il cattivo vuole una cosa e il buono non gliela vuole dare, come avete detto voi, che possiamo fare …?”
Aurora: “Per avere le cose non bisogna fare la guerra, ma bisogna parlare e chiedere le cose”
Margherita: “Bisogna condividere”
Lorenzo: “Speriamo che la guerra non venga anche da noi”
Margherita: “Speriamo neanche dalle altre parti”
Lorenzo: “La pace è una cosa importante”
Bianca: “Per fare la pace bisogna mettersi d’accordo, il buono e il cattivo deve fare pace”
Thomas: “Ma ognuno ha le sue cose, non bisogna prendere quelle degli altri”

I-DISEGNI-PER-LA-PACE_Page_5-724x1024 I-DISEGNI-PER-LA-PACE_Page_4-724x1024 I-DISEGNI-PER-LA-PACE_Page_3-724x1024 I-DISEGNI-PER-LA-PACE_Page_2-724x1024 I-DISEGNI-PER-LA-PACE_Page_1-724x1024

Alessandra Pierini
Alessandra Pierini
mamma di Riccardo ed Angelo e esperta di parole. La sua penna è una bacchetta magica, per questo il suo soprannome è “Stilo”. Trasforma l’attualità di Macerata e provincia in articoli e racconti avvincenti.

Articoli correlati

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultime notizie