domenica, Giugno 16, 2024

Come la chimica
salvò la vita a Primo Levi

MACERATA - Giovedì 24 febbraio, alle 15.30, nell’aula magna dell’Ite si svolgerà una conferenza sul tema promossa dal Dipartimento di italiano del liceo scientifico “ G. Galilei”

prim_levi
Foto del progetto Letteratura e scienza del Dipartimento

Organizzata dal Dipartimento di italiano del Liceo Scientifico “ G. Galilei” di Macerata, avrà luogo giovedì 24 febbraio, alle 15.30, nell’aula magna dell’I.T.E. una conferenza sul tema “Primo Levi e la chimica: Il sistema periodico”.
L’incontro si inquadra nel progetto interdisciplinare “ Letteratura e scienza” cui hanno aderito importanti studiosi. Primo Levi, come è noto, prima di divenire uno degli scrittori più incisivi nel panorama letterario italiano, esercitò la professione di chimico. E fu proprio la chimica a salvargli la vita negli inferi di Auschwitz: arruolato dai nazisti nei loro nefasti laboratori, ebbe in questo modo la possibilità di sfuggire allo Zyklon B e ai forni crematori.
Il testo “ Il sistema periodico”, pubblicato nel 1975 , è un libro di racconti, ognuno dei quali reca come titolo un elemento chimico . Un’opera nobilmente autobiografica che, nonostante l’impostazione frammentaria, vuole essere il tentativo di ricostruire un senso esistenziale e di individuare una filigrana nascosta tra i giorni dispersi. Ecco allora materializzarsi i nonni e gli zii ebrei, i compagni di università, gli amori sognati e svaniti, i primi esperimenti chimici, l’incontro casuale avvenuto dopo la guerra con un ex-nazista conosciuto ad Auschwitz.
A parlare dell’opera di Levi sarà il professor Giuseppe Langella, ordinario di Letteratura contemporanea all’Università Cattolica di Milano, poeta e scrittore, specialista di Svevo, di Manzoni e degli scrittor del Novecento. Il prof. Langella, che tra l’altro ha dato vita insieme al poeta Guido Oldani al movimento “ Realismo Terminale”, ha pubblicato importanti saggi tra i quali “ Poesia come ontologia .Dai vociani agli ermetici “ , “ Italo Svevo”, “ Manzoni poeta teologo” e una celebre antologia -Amor mi mosse- adottata nei licei. La conferenza sarà una occasione di indubbio arricchimento per gli studenti e per i docenti, e conferma la volontà del liceo cittadino di fornire una preparazione completa sia nel campo delle scienze che in quello delle lettere.

Alessandra Pierini
Alessandra Pierini
mamma di Riccardo ed Angelo e esperta di parole. La sua penna è una bacchetta magica, per questo il suo soprannome è “Stilo”. Trasforma l’attualità di Macerata e provincia in articoli e racconti avvincenti.

Articoli correlati

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultime notizie