«Che emozione il provino
con una squadra di serie B»
L’esperienza di tre giovani calciatori

«Che emozione il provino
con una squadra di serie B»
L’esperienza di tre giovani calciatori

0

L’INTERVISTA ad Alessio Ghergo, mezzala e trequartista, Leonardo Garbattini e Leonardo Masi, rispettivamente terzino destro e trequartista dopo la prova con il Monza

 

Leonardo Garbattini, Alessio Ghergo, Leonardo Masi al provino a Monza

Leonardo Garbattini, Alessio Ghergo, Leonardo Masi al provino a Monza

di Francesca Marchetti

Tre giovanissimi dell’u.s. Recanatese alla prima esperienza con il calcio di serie B. Alessio Ghergo, mezzala e trequartista di Recanati, Leonardo Garbattini e Leonardo Masi, rispettivamente terzino destro e trequartista di Castelfidardo a giugno hanno partecipato con orgoglio al provino con l’a.c. Monza al centro sportivo Monzello.
I tre calciatori fanno parte della categoria Giovanissimi classe 2006 allenata da mister Michele Tubaldi e raccontano le emozioni provate durante l’esperienza, come va a scuola e quali sono i loro sogni.

Un momento del provino

Un momento del provino

Cosa hai provato prima e dopo il provino?

Alessio: Quando mi hanno chiamato ero talmente felice che non stavo più nella pelle. Prima di entrare in campo avevo un po’ di paura e ansia perché non sapevo quello che mi aspettasse, ma quando sono entrato in campo queste emozioni si sono trasformate in adrenalina.

Leonardo G: Inizialmente ho provato tanta gioia ma subito dopo paura ed ansia perché era il mio primo provino. Iniziato l’allenamento con i ragazzi del Monza sono passate entrambe. Ero motivato, competitivo e felice di rapportarmi con una squadra di alti livelli

Leonardo M: Prima del provino ho provato forti emozioni ma soprattutto un po’ d’ansia, alla fine del provino avevo scaricato tutta l’adrenalina ed ero più tranquillo.

Come giudichi l’esperienza?

Alessio: Dopo il provino ero soddisfatto e consapevole di essermi appena confrontato con ragazzi con una preparazione fisica molto elevata.

Leonardo G: è stata un’esperienza fantastica che non capita a tutti e questo mi ha fatto acquisire una grande autostima e grande voglia di vincere.

Leonardo M: È stata una grande esperienza ed è stato bello anche confrontarsi con altri giocatori del Monza.

Alessio Ghergo, Leonardo MasiLeonardo Garbattini

Alessio Ghergo, Leonardo MasiLeonardo Garbattini

Da quanto tempo giochi a calcio e come ti trovi alla Recanatese?

Alessio: Gioco a calcio da quando avevo 6 anni, ho sempre giocato nella Recanatese e mi trovo molto bene.

Leonardo G: I primi calci li ho dati ad 1 anno e mezzo quando il pallone era più grande di me, con una vera squadra ho iniziato a 5 anni. Un anno fa ho deciso di passare alla Recanatese e mi sono trovato benissimo sia con i compagni di squadra sia con il mister.

Leonardo M: Questo è l’11° anno che gioco a calcio, il primo che gioco alla Recanatese e mi trovo benissimo.

Come è andata la scuola e quali sono le tue materie preferite?

Alessio: La scuola è andata bene e le mie materie preferite sono educazione fisica, scienze e fisica.

Leonardo G: La scuola è andata abbastanza bene, le mie materie preferite sono scienze motorie e le materie più tecniche.

Leonardo M: La scuola è andata bene e le mie materie preferite sono chimica e italiano.

I tre giovanissimi a Milano

I tre giovanissimi a Milano

Secondo te è più impegnativo un provino o un’interrogazione?

Alessio: Un provino. Per l’interrogazione bisogna stare sopra i libri diverse ore al giorno prima per studiare, mentre per il provino ci sono anni di sacrifici, di allenamenti e di preparazione e nel farlo bisogna dimostrare il lavoro ottenuto in tanti anni.

Leonardo G: Secondo me è più impegnativo il provino, dove ti viene offerta una sola chance.

Leonardo M: Per me è più difficile l’interrogazione perché ti devi preparare invece al provino vai e dimostri quello che sai fare.

Cosa vuoi fare da grande?

Alessio: Da grande vorrei fare il calciatore e sinceramente non ho un piano B; non immagino un altro tipo di lavoro se non quello di stare dentro il rettangolo verde. Che poi non lo considero un lavoro perché per me è la mia vita ed è pura passione.

Leonardo G: Il mio sogno nel cassetto è diventare calciatore ma dato che adoro sciare, nuotare, fare sup e molti altri sport vorrei lavorare in ambito sportivo.

Leonardo M: Il calciatore, per altri mestieri ancora non ci ho pensato.

Ghergo, Masi, Garbattini con i dirigenti del Monza

Ghergo, Masi, Garbattini con i dirigenti del Monza



Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.