domenica, Luglio 14, 2024

La musica non si ferma mai:
lo splendido video del Convitto

MACERATA - L'istituto Leopardi, non potendo realizzare il classico saggio di fine anno, ha prodotto un filmato di 14 minuti in cui il talento dei suoi giovani musicisti si unisce alla bellezza dei monumenti della città

Schermata-2021-06-19-alle-11.46.35

Si alza il sipario su Macerata, con i suoi monumenti e i suoi talenti: è la creativa risposta del Convitto alle difficoltà del momento. Impossibilitati a realizzare il concerto di fine anno, i docenti e i ragazzi del Convitto Leopardi di Macerata hanno escogitato un piano B che permettesse di avere un ricordo dell’esperienza relativa al corso ad indirizzo musicale, soprattutto nella pratica della musica d’insieme, fortemente vincolata e penalizzata dalla pandemia in corso.

concerto_convitto-6«Un video – spiegano dall’istituto – è sembrato subito la cosa più opportuna in quanto si poteva registrare all’aperto o in grandi spazi al chiuso mantenendo le distanze. Inoltre, l’audio originale suonato dai ragazzi, è stato registrato e montato precedentemente sempre seguendo le regole anti-covid così da evitare tutte le possibili situazioni di pericolo. Si sono scoperti e riscoperti angoli e ricchezze della nostra città e questi luoghi incantevoli sono stati associati al repertorio eseguito: l’Allegretto dalla Settima Sinfonia di Beethoven suonato dalle classi prime ha dato luce e calore alle splendide sale nonché agli esterni di palazzo Buonaccorsi; i brani tratti dalla Carmen di Bizet, suonati dalle classi seconde sono stati accolti ed impreziositi dallo scenario dello Sferisterio mentre i pezzi ispirati alle fiabe di “Pollicino” di Henze e di “Hänsel und Gretel” di Humperdinck, suonati dalle classi terze, hanno incantato il parco urbano di Fonte Scodella con la sua pace e i suoi angoli nascosti».

concerto_convitto-5-1024x606Il video, realizzato da Alia Simoncini, è stato dedicato a Luigino un collaboratore scolastico del Convitto venuto a mancare di recente, persona speciale che resterà nel cuore di tutti coloro che lo hanno conosciuto. «I più sentiti complimenti vanno, innanzitutto – sottolinea il Convitto -, agli alunni che, nonostante le limitazioni dovute al Covid, hanno saputo gioire dell’esperienza di suonare uno strumento avendo l’occasione di sentirsi protagonisti e di mettere in campo tutta la loro professionalità imparando i brani a memoria per eseguirli all’aperto senza lo spartito, approcciandosi a luoghi maestosi e imponenti con semplicità e rispetto; in secondo luogo agli insegnanti del corso ad indirizzo musicale che non si sono arresi di fronte alle difficoltà imposte dalla pandemia: Nicola Basilico (chitarra), Marta Montanari (flauto traverso), David Taglioni (violino) e Giulio Starnoni (pianoforte). «Un grazie di tutto cuore – scrivono infine dal Leopardi – al team del Convitto nazionale per l’organizzazione, all’Amministrazione Comunale, a Macerata Musei e all’Associazione Arena Sferisterio per aver concesso l’utilizzo degli spazi, ad Alia Simoncini per la realizzazione del video».

concerto_convitto-3-1024x768

 

Leonardo Giorgi
Leonardo Giorgi
Affacciato dal Balcone delle Marche, Leo osserva il territorio maceratese per raccontare tutte le curiosità più interessanti e dare una mano a chiunque sia in difficoltà. Non dorme mai, ed è disponibile notte e giorno per la squadra e per le persone che chiedono il suo aiuto. É chiamato il “Marziano” perchè si rifugia spesso sullo spazio, per non farsi trovare dai potenti che prende in giro. Instancabile scrittore, i suoi unici punti deboli sono i videogiochi Nintendo e la musica rock. Prima di fare il giornalista era un famoso allenatore di Pokémon.

Articoli correlati

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultime notizie