mercoledì, Giugno 19, 2024

Olimpiadi anti-contagio
e materiali di recupero,
il Convitto vince “Tutti in campo”

MACERATA - La classe vincitrice è la 3D della secondaria. Alunni e alunne della primaria hanno invece prodotto un video in cui mettono in mostra i giochi che hanno ideato con diversi tipi di attrezzi

olimpiadi

Gli alunni e le alunne della classe 3 D del Convitto Nazionale “G. Leopardi” di Macerata si sono classificati primi a livello regionale, per la propria categoria al contest “Tutti in campo”, un concorso-competizione che sostituisce i Campionati studenteschi e che ha visto partecipare studenti delle classi IV e V di scuola primaria e di tutte le classi della scuola secondaria, divisi per categorie, sul tema “Inventa un gioco”.
Secondo posto per la provincia di Macerata alla classe 5 del Convitto per la categoria Piccoli Amici (classi quarte e quinte della scuola primaria).
Le classi partecipanti al Contest hanno prodotto un elaborato multimediale, ideando un vero e proprio gioco che è stato poi valutato secondo i criteri di originalità, creatività e inclusività da una giuria a livello provinciale prima e a quello regionale poi.
La classe vincitrice del premio regionale si è aggiudicata un buono per l’acquisto di materiale sportivo presentando “Adventure in the history of Olympics”, un gioco a tappe che ripercorre tutte le edizioni delle Olimpiadi moderne da Atene 1896 a Tokyo 2021, con tanto di tabellone, manuale e svariati giochi motori da eseguire per arricchire il medagliere della propria squadra e vincere. Nell’ideazione e realizzazione del progetto non è mancata l’attenzione al rispetto delle attuali norme anti-contagio, al coinvolgimento di diverse discipline scolastiche e alla valorizzazione delle risorse ambientali grazie all’utilizzo di materiali di recupero.
Gli alunni e le alunne della scuola primaria hanno invece prodotto un video in cui mettono in mostra i giochi che hanno ideato con diversi tipi di attrezzi, dai convenzionali a quelli di recupero. Spazio quindi alla fantasia con percorsi ad ostacoli, battaglie all’ultimo colpo di cartoncino, caccia al tesoro bendati e perché no perfino una gara per liberare i compagni dal temibile “Covid”.
Da segnalare anche la partecipazione della stessa classe quinta al progetto di orientamento “Eureka! FUNZIONA!” promosso da Federmeccanica, in accordo con il Miur, finalizzato ad orientare gli alunni e le alunne al “learning by doing” e al “cooperative learning”, attraverso una gara di costruzioni tecnologiche. Gli studenti e le studentesse divisi per gruppi hanno realizzato, con un kit di vari materiali fornito dall’impresa stessa, un giocattolo inedito: un camion porta ruote, un acquario con canna da pesca, un campo da calcio e una barca spara dardi. Tutte le fasi di progettazione, realizzazione e costruzione sono state annotate poi su un diario di bordo e la giuria ha infine scelto l’acquario come giocattolo maggiormente innovativo, conferendo un premio in denaro da spendere in beni di facile consumo.
«Complimenti allora a tutti gli alunni e le alunne  – si legge in una nota della scuola – che hanno preso parte a questi progetti, egregiamente supervisionati dalle insegnanti Paola Caschera e Alessandra Meschini, per la classe 3 D della scuola secondaria, e Barbara Bacaloni, per la quinta primaria del Convitto Nazionale “G. Leopardi”, e che hanno dimostrato una volta in più quanta voglia c’è di creare, esplorare e giocare insieme, anche in tempi difficili come questi.

vincitore_convitto
Il gioco vincitore di Eureka
Alessandra Pierini
Alessandra Pierini
mamma di Riccardo ed Angelo e esperta di parole. La sua penna è una bacchetta magica, per questo il suo soprannome è “Stilo”. Trasforma l’attualità di Macerata e provincia in articoli e racconti avvincenti.

Articoli correlati

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultime notizie