martedì, Giugno 25, 2024

La storia di Milla e dello gnometto di coccio che le cambia la vita

APPIGNANO - Che succede a prendere “distrattamente” un oggetto di ceramica nella bottega dell’artigiano? La risposta nel libro di Cecilia Menghini basato su una storia vera. E' stato presentato ieri dal Comune di Appignano durante una diretta streaming

Il video della presentazione ad Appignano

di Francesca Marchetti

Cecilia Menghini è la giovane autrice di “Milla e lo gnomo di ceramica”, libro per ragazzi e ragazze che narra la storia di una bambina di Appignano (ispirata ad una vera abitante) e del suo incontro con un personaggio speciale in una bottega artigiana di “cocci”. Il libro è stato presentato ieri pomeriggio in anteprima durante la prima giornata del festival “Buongiorno ceramica”.

Cecilia Menghini
Cecilia Menghini

I cocci di terracotta di Appignano sono famosi nelle Marche per la loro originalità tanto da vantare una “Scuola comunale di ceramica” e una via dei Vasai dedicata, appunto, ai “coccià”. L’arte della ceramica si passa da generazione in generazione, e in passato venivano coinvolti anche i più piccoli, affascinati dalla lavorazione al torchio e dalla bellezza dei manufatti una volta colorati e pronti all’uso.

«Mi hanno chiesto di scrivere una storia per ragazzi e ragazze incentrato sul mondo della ceramica artigianale di Appignano – racconta Cecilia, attrice di Potenza Picena con le valigie e un racconto sempre pronti – Ho fatto delle ricerche storiche e in un libro preso in biblioteca ho letto il nome di una bambina vissuta in paese, Milla, che mi ha ispirato subito. L’ho ripresa nel mio libro fantasticando sui giocattoli in coccio che avevano tutte le bambine appignanesi, soprattutto i piccoli servizi da tè.

Un'illustrazione da Milla e lo gnomo di ceramica
Un’illustrazione da Milla e lo gnomo di ceramica

Ho immaginato Milla a curiosare in una bottega di un vasaio mentre fa “inavvertitamente” cadere un oggetto nella sua tasca. Ma questo si rivela molto più di un semplice manufatto di ceramica, e si scatena una serie di eventi che, come al tornio, plasmeranno la sua vita. Nella storia voglio evidenziare il forte legame di ognuno di noi con il passato e il territorio, in questo caso rappresentato da oggetti in ceramica tramandati in famiglia, che durano nel tempo molto più delle persone stesse e diventano preziosi da un punto di vista affettivo.»

Milla e lo gnomo di ceramica - Cecilia Menghini
Milla e lo gnomo di ceramica – Cecilia Menghini

“Milla e lo gnomo di ceramica”, arricchito dalle illustrazioni di Paolo Maria Frattesi art director alla Rainbow Spa, è edito da Giaconi Editore e la pubblicazione è prevista per il prossimo 1 giugno.

Alla presentazione del libro erano presenti il sindaco di Appignano Mariano Calamita, l’assessora alla Cultura Federica Arcangeli, l’assessore al Turismo Stefano Montecchiarini, Simone Giaconi della casa editrice Giaconi e la speaker Francesca Travaglini che ha fatto da moderatrice all’evento.

“Buongiorno Ceramica”, le botteghe di Appignano tornano ad aprire le porte

Articoli correlati

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultime notizie