sabato, Giugno 22, 2024

Liceali “Scollegati”
vincono il concorso digitale

SAN GINESIO - Le classi 1°A, 1°B e 2°A del Liceo delle Scienze Umane dell’I.I.S. “Gentili” hanno condiviso esperienze e informazioni, come ad esempio “Escape room for us”, un gioco interattivo che utilizza vari strumenti come la realtà virtuale e il software “Thinglink”

WhatsApp-Image-2021-04-27-at-13.48.20-1024x461

“Scollegati”: è questo il nome del progetto di educazione digitale che nell’anno scolastico 2019/20 ha coinvolto gli studenti e le studentesse delle classi 1°A, 1°B e 2°A del Liceo delle Scienze Umane dell’I.I.S. “Gentili” di San Ginesio, coordinati dalle docenti Paola Formica e Tiziana Alessandroni, e che è risultato vincitore del concorso Progetto di Educazione Digitale: le competenze digitali al servizio del “Made in”, bandito dall’Ufficio scolastico regionale per le Marche e dall’AICA (Associazione Italiana per l’Informatica ed il Calcolo Automatico).
Il concorso è nato con lo scopo di promuovere percorsi didattici innovativi basati sull’uso consapevole delle nuove tecnologie, favorendo le capacità creative e critiche degli studenti e motivandoli a diventare protagonisti del proprio apprendimento. E proprio questi sono gli obiettivi sui quali il progetto “Scollegati” dell’I.I.S. “Gentili” ha voluto puntare, con il sostegno della dirigente scolastica Maura Ghezzi: obiettivi validi sempre ma specialmente nel momento in cui, con il lockdown di marzo 2020, l’uso degli strumenti informatici e digitali è
divenuto necessario anche per la prosecuzione dell’attività didattica.
attestato_concorso-1-1024x724La necessità di sensibilizzare gli studenti e le studentesse  al corretto uso dei social e dei media digitali, favorendo la comprensione dell’impatto che qualsiasi azione compiuta in rete può provocare, e la volontà di prevenire fenomeni di cyberbullismo hanno orientato le attività realizzate dalle docenti e dagli studenti, raccolte in un Google Site appositamente creato. Gli studenti hanno condiviso esperienze e informazioni, come ad esempio la lettura del Manifesto della comunicazione non ostile, la realizzazione di un vademecum per la corretta navigazione in rete e di una campagna di promozione sociale contro il cyberbullismo. Dal sito si può accedere ai vari materiali digitali creati da remoto dagli studenti e dalle studentesse, come la “Escape room for us”, un gioco interattivo che utilizza vari strumenti come la realtà virtuale e il software “Thinglink”.
Foto-da-Fosca-Mochi-1-1024x461
Tutte attività volte non solo a far acquisire consapevolezza dei rischi della rete, ma anche a reinterpretare in modo creativo e interattivo l’esperienza educativa a distanza.
È grazie a progetti come questi che la scuola può diventare a tutti gli effetti occasione di crescita e di formazione alla cittadinanza.

Articoli correlati

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultime notizie