lunedì, Giugno 17, 2024

In gita al museo egizio
«E’ stato bellissimo,
abbiamo visto le mummie»

CAMERINO - La classe quarta della Salvo D'Acquisto ha raggiunto virtualmente Torino. il direttore Cristian Creco li ha accolti con la frase “Iu em hetep”, cioè “Benvenuti in pace”

Museo-egizio-1-1024x768
La gita al museo egizio

La classe quarta della scuola primaria Salvo D’Acquisto di Camerino è andata in gita. Sono gli alunni e le alunne che vi raccontano nel dettaglio come è andata.

«Non ci crederete mai, ma oggi siamo andati a Torino! Sì, proprio a Torino! Al Museo Egizio! Una gita in questo periodo non è da tutti! Grazie al nostro dirigente scolastico, Maurizio Cavallaro, insieme alle nostre insegnanti della classe quarta della scuola primaria Salvo D’Acquisto di Camerino dalle nostre posizioni da casa siamo arrivati a Torino in un baleno! Ognuno di noi aveva la sua “valigia dell’indispensabile” con dentro oggetti necessari. C’è chi si è portato un gatto!
Sotto la guida di una egittologa, Stefania, abbiamo esaminato alcune mummie rappresentative di epoche storiche differenti e scoperto le relative tecniche di conservazione del corpo. Su una linea del tempo creata per l’incontro abbiamo capito l’evoluzione dell’architettura della tomba egizia. Grande spazio ha avuto il significato dei culti, dei rituali e dei corredi funerari. Conoscete la posizione dell’Egizio? Posizione eretta con i piedi rivolti verso destra, braccio destro piegato come una elle stampata maiuscola con il palmo della mano rivolto verso l’alto e il braccio sinistro in pozione opposta, testa rivolta verso destra come nei geroglifici. Abbiamo ballato per due volte su una musica che la maestra ha detto di chiamarsi “Walk like an Egyptian”! Fantastico! Sapete che il direttore del museo, Cristian Creco, ci ha dato il benvenuto salutandoci con la frase “Iu em hetep”, cioè “Benvenuti in pace”. Museo-egizioOgnuno di noi ha voluto dire ciò che ha provato!
Livia dice: «In questo difficile momento ci ha dato la possibilità di visitare il museo e di mettere un po’ in pratica la storia che stiamo studiando. È stata un’esperienza unica e davvero interessante. Grazie».
Emanuel e Francesco: «Bellissima gita virtuale. Ci è piaciuto tutto! Soprattutto la mummia predinastica!!
Melissa: «Questa visita virtuale è stata molto bella ed emozionante».
Leonardo: «Senza muoverci dalle nostre case, abbiamo fatto una gita bellissima.»
Alessandro: «Anche con questa pandemia le nostre maestre sono riuscite, come sempre, a darci un’ opportunità unica.»
Elena: «Bella esperienza che abbiamo vissuto questa mattina al museo egizio».
Tommaso: «Mi sono divertito molto durante la visita guidata al museo egizio di Torino, è stato come essere lì. Le domande dell’egittologa Stefania sono state molto interessanti e divertenti. Grazie per averci fatto partecipare a questo tour virtuale.»
Khady: «Io rivivrei questa storia, mi sono divertita tanto perché ci ha fatto scoprire cose nuove. Io non ho mai visto un corpo di una mummia e grazie a Stefania ho scoperto questa cosa, grazie mille ».
Giuseppe: «Bellissima gita, soprattutto in questo momento. Le mummie sono state spettacolari e spaventose.»
Giacomo: «Mi ha affascinato la visita virtuale al museo egizio di Torino, è stata un’esperienza bellissima che ha allietato la mia giornata e poi la maestra Stefania è stata davvero simpatica.»
David «Mi è piaciuta molto la visita al museo egizio di Torino. Stefania è stata molto brava.»
Leandro: «Questa gita virtuale è stata molto bella, grazie anche a Stefania che ci ha spiegato molte cose interessanti.»
Elena: «Questa gita è stata molto emozionante, sembrava di essere lì. Grazie per averci fatto vivere questa bellissima esperienza.»
Camilla.« Grazie per questa gita al museo. La cosa che mi è piaciuta di più è stata la mummia dove abbiamo visto lo scheletro interno: per me è stato come se fossi lì al museo. Grazie mille!»
Cristian: «Che bella avventura!»
Siamo pronti a partire di nuovo.

Alessandra Pierini
Alessandra Pierini
mamma di Riccardo ed Angelo e esperta di parole. La sua penna è una bacchetta magica, per questo il suo soprannome è “Stilo”. Trasforma l’attualità di Macerata e provincia in articoli e racconti avvincenti.

Articoli correlati

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultime notizie