martedì, Giugno 18, 2024

Dall’inferno al paradiso
l’omaggio delle alunne a Dante

CAMERINO - Nel Dantedì, insieme alla professoressa Gioia Senesi, le studentesse della 5A di Scienze umane hanno compiuto un viaggio nella Divina Commedia, in dodici minuti tra le immagini ed i versi immortali del sommo poeta

 

20210324_222756-300x231

di Monia Orazi

Unite a distanza, per divertirsi insieme e compiere un viaggio nella Divina Commedia in dodici minuti, tra le immagini ed i versi immortali del sommo poeta: così, nel Dantedì, le alunne della classe 5A del liceo delle scienze umane “Costanza Varano” di Camerino, hanno voluto rendere omaggio a Dante Alighieri. Dal verso di inizio della Divina Commedia “Nel mezzo del cammin di nostra vita, mi ritrovai per una selva oscura”, all’ultimo verso del Paradiso “L’amor che move il sole e l’altre stelle”, le voci ed i volti delle alunne hanno ripercorso il cammino immaginario che ha consegnato Dante al patrimonio culturale e letterario mondiale, per l’eternità.

20210324_222738-300x227A scorrere, insieme alla musica ed alle voci, sono le illustrazioni più note che nei secoli hanno accompagnato la Divina Commedia, compaiono il conte Ugolino, l’amore eterno di Paolo e Francesca, la montagna del Purgatorio, la sublime meraviglia del Paradiso. Le parole scandite dalle alunne celebrano i passi più noti del poema. A raccontare l’idea è la docente di materie letterarie della classe, la professoressa Gioia Senesi, che spiega come è nata l’iniziativa del video da lei coordinata:

20210324_222538-300x229«Credo che questa idea sia stata anche un modo, in questo momento, per creare ricordi. Loro hanno perso tanto in termini di socialità perché non vivranno mai e nessuno gli restituirà la famosa gita del quinto, che per noi adulti può essere pure un “e che sarà mai” ma per loro sarebbe rimasto un ricordo indelebile per la vita. Quindi mi ha fatto molto piacere che abbiano accolto questa mia proposta, nonostante i tanti impegni che hanno sempre online, nonostante la paura degli esami e le difficoltà di questo periodo, perché hanno capito che sarebbe diventato un surrogato di esperienze perse e l’hanno visto come simbolo di nuove memorie costruite».

20210324_222607-300x227La voce di Gioia Senesi apre le danze e poi a seguire, ognuna da casa, le alunne hanno dato voce e corpo alle suggestioni dantesche: Camilla Zaganelli, Azzurra Bennati, Aurora Cantarini, Francesca Cardinali, Claudia Colonnelli, Samantha Dolciotti, Beatrice Elci, Sara Fruganti, Elisa Grassano, Mariam Hamadi, Rita Lacchè, Nicole Lucarini, Anisa Marte Polanco, Marika Mosciatti, Aurora Palmieri, Sara Pettinari, Alessia Rotili, Ilenia Teatini, Aurora Rossi e Vanessa Vitali. Il Dantedì è nato da un’idea del giornalista e scrittore Paolo Di Stefano, che ha proposto di istituire una giornata nazionale di festa in ricordo del poeta, di cui nel 2021 ricorrono i settecento anni dalla morte. Si fa coincidere con il 25 marzo, perché convenzionalmente si ritiene che il viaggio di Dante nella Divina Commedia, sia partito il 25 marzo del 1300.

 

20210324_222553-1024x778

20210324_222639-1024x784

20210324_222655-1024x763

20210324_222430-1024x784

20210324_222411

20210324_222708-1024x757

20210324_222447-1024x791

20210324_222501-1024x783

20210324_222518-1024x786

Articoli correlati

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultime notizie