giovedì, Giugno 20, 2024

Eleonora Ciabocco, che stagione:
è la migliore d’Italia per rendimento

CICLISMO - La 16enne di Corridonia, insieme alla sua squadra (il Team Di Federico), è la più costante nella categoria Donne Allieve. Nelle ultime due uscite ottiene un terzo posto a Sarcedo ma esce sul più bello ad Arcade

Eleonora-Ciabocco-Sarcedo-1-650x433
Eleonora Ciabocco, a destra, dopo la gara di Sarcedo

di Michele Carbonari

Si conclude con un ottimo terzo posto ed un’uscita di scena proprio sul più bello la stagione su strada di Eleonora Ciabocco, che nel complesso, e nella categoria Donna Allieve, è l’atleta ad avere il rendimento migliore in Italia (al pari della sua squadra, il Team Di Federico).

Eleonora-Ciabocco-Sarcedo-2-325x217
Eleonora Ciabocco in gara

Domenica 4 ottobre, a Sarcedo in provincia di Vicenza, la ciclista di Corridonia ha cercato in tutti i modi di staccare le avversarie per trionfare in fuga, ma non ce l’ha fatta. Eleonora è sempre stata in gruppo con le migliori, mentre la gara è stata controllata dalla squadra della Valcar, che ha condotto la volata alla Pellegrini, la quale ha avuto la meglio al traguardo. Forte dell’ennesimo podio stagionale, la 16enne del Team Di Federico è partita a mille anche domenica scorsa ad Arcade, in provincia di Treviso. Sotto la pioggia e con temperature molto basse, Eleonora è stata protagonista di una gara bellissima. È lei la ragazza da battere. È imprendibile: si porta subito in testa e domina la corsa, vince entrambi i Gran Premi della Montagna, al termine dell’ultima salita va in fuga e guadagna una quindicina di secondi ma a quattro chilometri dall’arrivo scivola in curva. Fortunatamente non si fa male, si rialza e parte, concludendo però in 15esima posizione. È l’ultima gara su strada della straordinaria stagione ed è l’ultima nella categoria Donne Allieve, poiché, per ragioni d’età, il prossimo anno gareggerà nella categoria Donne Juniores.

Marco Cencioni
Marco Cencioni
è il nostro eroe dello sport. Appassionato di calcio, tocco sopraffino, difensore roccioso fuori e dentro il campo. Sulle sue spalle, sopra il numero 4 campeggia il nick name “Ceng”. Ha lo spirito dell’allenatore. Per lui ogni partita si gioca fino al fischio finale, non si arrende mai. Gira il mondo e la provincia per scovare i giovani campioni che diventeranno gli atleti del futuro.

Articoli correlati

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultime notizie