venerdì, Maggio 24, 2024

«L’ovvio di oggi è l’impossibile di ieri»
Orsini show per lo scientifico

MACERATA - I ragazzi e le ragazze delle quarte e quinte del "Galilei" hanno preso parte al seminario “Centodieci è progresso”. Il relatore si è proposto sotto forma di robot. Presentata anche un'auto elettrica con guida automatizzata

 

scientifico_orsini_cascioli_centodieci-2-1024x768
ragazzi e ragazze dello Scientifico alla scoperta della nuova auto elettrica con guida automatizzata

Tra le iniziative che hanno qualificato al positivo la settimana culturale degli studenti e delle studentesse  del liceo scientifico “G. Galilei” c’è senz’altro il seminario “Centodieci è progresso”, tenutosi martedì al cinema Italia di Macerata.
L’evento, promosso dalla professoressa Serenella Pagnanini, docente di Inglese del liceo, ha coinvolto tutte le classi prossime all’inserimento nel mondo universitario, ovvero le classi quarte e quinte. È ad esse che si è rivolto uno straordinario Giancarlo Orsini, docente della Mediolanum Corporate University di Banca Mediolanum.
Il seminario si è rivelato uno spazio aperto di cultura del pensiero e del confronto, di apprendimento, di stimolo e di ispirazione che ha esportato valori e obiettivi agli studenti e alle studentesse affinché ognuno di loro possa acquisirli. Orsini, che vive a New York ma si considera ormai cittadino di un mondo globalizzato, si è presentato sul palco del cinema Italia tramite un robot, uno schermo attaccato ad un’asta, a sua volta attaccata a due ruote che si muovevano in ogni direzione ed è entrato in scena a raccontare come sta cambiando il mondo e di conseguenza il lavoro all’interno di una rivoluzione tecnologica che ha superato di gran lunga anche quella industriale.

scientifico_orsini_cascioli_centodieci-1-1024x768
ragazzi e

Ha detto ai ragazzi e alle ragazze: «Siamo 7 miliardi e 690 milioni e siamo praticamente tutti connessi, il mercato è il mondo e la demografia è il vero motore dell’economia e della finanza. La crescita economica mondiale non dipende da quello che decidono Trump o Draghi, ma dalle migliaia di nuovi cittadini del mondo che ogni giorno entrano nel mercato».
Ha parlato molto anche di tecnologia e di applicazione al lavoro, partendo da una frase che si auto-attribuisce: «L’ovvio di oggi è l’impossibile di ieri». Ha raccontato di come lui possa essere sul palco del teatro e in contemporanea in un altro luogo del pianeta, di come la rete abbia portato a sapere tutto di tutto in qualsiasi momento, della lentezza con cui le persone riescono a padroneggiare strumenti (vedi lo smartphone) di una potenza più che rilevante, dello sviluppo esponenziale della Cina contro la stagnazione (anche demografica) dell’Europa e dell’Italia.

scientifico_orsini_cascioli_centodieci-6-1024x768
Agli studenti, totalmente catturati dalla carica esplosiva di Orsini, ha raccomandato di studiare per maturare un’attenzione puntuale all’evoluzione del mondo del lavoro, coniugando il buon uso dell’intelligenza artificiale all’intelligenza emotiva.
Al termine dell’incontro, offerto dalla Mediolanum, in collaborazione con lo sponsor Cascioli group, è giunta la sorpresa della mattinata: in piazza Cesare Battisti, sotto la sede del liceo, faceva bella mostra di sé la nuova Tesla, auto elettrica con guida automatizzata che meglio esprime l’idea del futuro che si fa presente.
La sera al Cinema Multiplex di Piediripa lo stesso seminario “Centodieci è progresso”, promosso dalla Mediolanum, ha avuto come spettatori imprenditori, professionisti in cerca di occupazione e gli studenti e le studentesse del Galilei con le loro famiglie, in particolare quelle dei liceali che tra una settimana partiranno per New York con il progetto M.U.N. (Model United Nations), per cui Orsini ha avuto parole di approvazione e di sostegno. Infatti gli organizzatori hanno inteso dedicare la serata a dei modelli di studenti che si distinguono per impegno e motivazione, favorendo la raccolta di fondi per agevolare la loro partecipazione alle sedute all’Onu in qualità di delegati di commissioni, in rappresentanza di due paesi europei, per discutere di problematiche estremamente complesse, per le quali proporranno risoluzioni opportune. Presente anche il preside Pierfrancesco Castiglioni che ha molto apprezzato l’iniziativa.

scientifico_orsini_cascioli_centodieci-5-1024x768 scientifico_orsini_cascioli_centodieci-8-1024x768 scientifico_orsini_cascioli_centodieci-3-1024x768 scientifico_orsini_cascioli_centodieci-4-1024x768

Alessandra Pierini
Alessandra Pierini
mamma di Riccardo ed Angelo e esperta di parole. La sua penna è una bacchetta magica, per questo il suo soprannome è “Stilo”. Trasforma l’attualità di Macerata e provincia in articoli e racconti avvincenti.

Articoli correlati

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultime notizie