martedì, Luglio 23, 2024

Dalla viola elettrica ai fiati,
un viaggio nei suoni a scuola

CASTELRAIMONDO - L'evento ha coinvolto le prime medie dell'istituto comprensivo Strampelli. Studenti e studentesse hanno avuto l’occasione di ascoltare dal vivo le melodie prodotte da diversi strumenti musicali

lezione-concerto-studenti-castelraimondo-1-1024x683
Gli studenti e le studentesse alla prima lezione concerto

Tanti occhi stupiti e illuminati e orecchie attente durante la prima lezione concerto, organizzata per gli studenti e le studentesse delle prime medie dell’istituto Strampelli di Castelraimondo.

Nei giorni scorsi i giovani delle tre sezioni, accompagnati dagli insegnanti e dalla dirigente scolastica Pierina Spurio, si sono ritrovati tutti insieme e hanno avuto l’occasione di ascoltare dal vivo le melodie prodotte da diversi strumenti musicali, alcuni “classici” e noti e molti altri dai nomi e dai suoni sconosciuti e misteriosi. Le voci narranti della mattinata sono stati alcuni docenti dell’Istituto stesso ed altri nelle scuole del territorio, ma soprattutto esperti musicisti, che hanno trasmesso conoscenza e hanno mostrato e contagiato tutti con la loro passione per la musica. Un approccio professionale ma anche ludico, con un linguaggio adatto e accessibile al pubblico.

lezione-concerto-studenti-castelraimondo-3-1024x683

Molti i momenti in cui gli studenti e le studentesse hanno posto domande e hanno partecipato con entusiasmo, ad esempio per cercare di capire la melodia o il brano che stavano ascoltando. Le note sono state accompagnate, di volta in volta, dalla presentazione tecnica dello strumento, dalla sua storia e dalla storia della musica che li vede protagonisti: dal blues al rock, dalla musica classica al jazz. Il professor Roberto Bisello ha presentato il mondo delle percussioni esibendosi nello specifico alla batteria, il professor David Padella ha presentato e suonato il contrabbasso ed il basso elettrico, mentre il professor Vincenzo Pierluca ha mostrato come strumenti classici come la viola e il violino possano essere protagonisti anche di generi contemporanei più vicini agli studenti ed ha mostrato anche le “giocose” capacità del silent, la viola elettrica che ha lasciato tutti letteralmente a bocca aperta. Grazie al professor Maurizio Moscatelli hanno avuto modo di vedere ed ascoltare la grande famiglia degli strumenti a fiato, in un viaggio che è partito con il flauto dolce che i ragazzi e le ragazze suonano a scuola, per giungere in terre lontane, ad esempio con il didgeridoo; mentre il professor Francesco Tofani li ha coinvolti tra i tasti e le emozioni che suscita il pianoforte.

lezione-concerto-studenti-castelraimondo-2-1024x683

Una lezione concerto, ma anche uno spettacolo di suoni, una riunione di musicisti che si sono esibiti senza avere un programma predefinito, tecnicamente una jam session. I musicisti hanno improvvisato alcuni brani di Charlie Parker e altri tratti dalle opere di Antonio Vivaldi, per concludere con un contributo al “Pescatore” di Fabrizio de André, con il supporto corale degli alunni e delle alunne. Un viaggio tra il passato e il presente della cultura musicale, attraverso strumenti provenienti da luoghi lontani, suoni che ricordano la sonorità stessa della natura e altri che guidano i pensieri nel regno della fantasia. Si potrebbe dire che gli studenti e le studentesse hanno avuto la possibilità di viaggiare in tutto il mondo, saltellando tra le note del pentagramma con esperti maestri musicisti a fare da cicerone. Un’esperienza che non vuole restare un unicum, ma vuole diventare una consuetudine negli anni futuri.

Articoli correlati

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultime notizie