sabato, Luglio 20, 2024

Tanti alberi e una festa in giardino:
bimbi e bimbe pronti per Natale

MACERATA - Una serie di iniziative ha accompagnato alunni e alunne scuola primaria “G. Mameli” dell’Istituto Comprensivo “E. Mestica”

scuola-mameli_macerata-3-979x1024
La festa finale nel cortiledella scuola

Queste settimane in preparazione del Natale sono state intense ed emozionanti per i bambini e le bambine della scuola primaria “G. Mameli” dell’Istituto Comprensivo “E. Mestica” di Macerata.
Tutto è cominciato quando le insegnanti hanno contattato gli operatori del Centro del Riuso della città. Dall’incontro con Michele Massetani, operatore della struttura, e grazie al materiale donato dal Centro, hanno preso avvio diverse attività scolastiche che hanno permesso agli alunni e alle alunne di gustare appieno il clima natalizio con dosi massicce di allegria e creatività. Un albero di Natale è stato addobbato a festa e posto all’ingresso della scuola: bianco come simbolo di purezza e semplicità e con le palline rosse per simboleggiare l’amore forte e vivace, bisogno essenziale di ogni persona. All’interno dell’ambiente scolastico, un altro abete è stato abbellito con materiali naturali colorati e assemblati dagli alunni e dalle alunne che hanno voluto creare delle decorazioni fai da te, contro lo spreco e a favore del rispetto per l’ambiente. Non sono mancati a scuola momenti di riflessione condivisa che hanno visto i bambini e le bambine impegnati a scartare messaggi di auguri, di speranza e desideri da raccogliere sotto un grande albero realizzato con le impronte delle manine degli alunni e delle alunne di classe terza.

scuola-mameli_macerata-4-1024x810
Il Centro del riuso di Macerata ha donato anche dei libri per la biblioteca, spazio nel quale è stato allestito l’angolo delle “Letture sotto l’albero” nel quale grandi e piccoli hanno passato un po’ del loro tempo scolastico gustando con calma e in tranquillità i loro racconti preferiti. L’albero ha sicuramente caratterizzato questo periodo natalizio. Alberi che rappresentano la vita, la forza, l’unione tra terra e cielo, lo sguardo verso l’infinito.
scuola-mameli_macerata-6-1024x881Ma non è finita qui. Grazie alla collaborazione con l’Università di Macerata, in particolare con la professoressa Rosita Deluigi del Dipartimento di Scienze della Formazione, dei Beni Culturali e del Turismo, referente del progetto Urban Ticass, tutti nella scuola hanno potuto conoscere un gruppo di docenti africani venuto per visitare la realtà scolastica. Emozionati come non mai, i bambini e le bambine si sono preparati all’incontro esercitandosi in lingua inglese e hanno accolto i simpatici e allegri ospiti presentando loro la scuola e le attività che svolgono quotidianamente. Come dono per gli ospiti hanno, poi, preparato un regalo inedito: dei quaderni illustrati da loro stessi che sono stati raccolti dentro un pacco incartato in modo molto originale: un patchwork di carta da parati tutto colorato.  Ieri per terminare questo periodo di festa, le insegnanti, i bambini e le bambine si sono ritrovati nel giardino che circonda la struttura scolastica e sono stati raggiunti anche dai piccoli della scuola dell’infanzia. Hanno, così, festeggiato con canti e balli, in italiano e in lingua inglese. È stato un momento significativo di gioia condivisa. Questo Natale rimarrà per ciascuno un dolce ricordo di armonia, di tenerezza e di affetto sincero.
«Con la speranza che l’energia festosa generata si possa diffondere anche al di fuori della scuola – scrivono –  gli alunni e le alunne della scuola “G. Mameli” augurano serene feste a tutti».

scuola-mameli_macerata-7-660x1024 scuola-mameli_macerata-5-1024x768 scuola-mameli_macerata-1-692x1024

Alessandra Pierini
Alessandra Pierini
mamma di Riccardo ed Angelo e esperta di parole. La sua penna è una bacchetta magica, per questo il suo soprannome è “Stilo”. Trasforma l’attualità di Macerata e provincia in articoli e racconti avvincenti.

Articoli correlati

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultime notizie