domenica, Luglio 21, 2024

Alternanza scuola lavoro,
in 15 a Bruxelles

MACERATA - Ragazzi e ragazze del liceo classico e linguistico "Giacomo Leopardi" in viaggio per tre settimane

alternanza-bruxelles9
I ragazzi e le ragazze partiti per Bruxelles

Sono partiti il primo luglio, in quindici, alla volta di Bruxelles, accompagnati dai prof Patrizia Memè (prima decade) e Fabio Macedoni (seconda decade) per partecipare ad un progetto di alternanza scuola/lavoro. Il soggiorno durerà tre settimane. Le attività previste dal presente modulo intendono capitalizzare i risultati di progetto in termini di migliori opportunità occupazionali per i giovani, maggiore cooperazione all’interno del partenariato locale ed europeo ed adeguamento del sistema locale d’istruzione e formazione alle esigenze di sviluppo europee attraverso lo sviluppo e rafforzamento del sistema duale nell’ambito dell’istruzione, facilitando la transizione tra formazione professionale e mondo del lavoro.alternanza-bruxelles7

Il gruppo di lavoro costituito per l’elaborazione della proposta, composto dai docenti del Liceo Classico, referenti della Camera di commercio di Macerata e Camera di commercio Belgo- Italiana individua nelle competenze digitali, un potente motore di crescita economica, innovazione e produttività in tutti i campi: la chiave per anticipare e soddisfare le esigenze del mondo professionale e quindi contrastare la disoccupazione. Il progetto, in linea con l’Agenda Digitale Europea ed Italiana si prefigge di sfruttare al meglio il potenziale delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione per agevolare l’innovazione, la crescita economica e la creazione di condizioni favorevoli allo sviluppo di nuove professionalità all’interno di settori “tradizionali” promuovendo l’avvio verso un’economia 4.0alternanza-bruxelles3

La parte formativa realizzata nella Camera di commercio Belga-Italiana vedrà la realizzazione di una parte iniziale, comune a tutti gli studenti composta da due moduli: il primo si baserà sull’orientamento al lavoro 4.0 (25 ore), nella seconda fase si approfondirà la salute e sicurezza sui luoghi di lavoro (5 ore). Seguirà poi la parte formativa in situazione da realizzare nelle aziende ospitanti individuate dalla camera di commercio Belga-Italiana, in relazione all’indirizzo di studi degli studenti e delle studentesse, alle loro inclinazioni ed eventuali esperienze pregresse. Come precedentemente specificato, quale elemento innovativo, sarà implementata la metodologia espressa in termini Learning Outcomes associata ad Ecvet, affinché il periodo all’estero riesca ad ottenere l’effettiva rilevanza in termini di risultati sui partecipanti, in quanto già sperimentate con successo in precedenti esperienze di mobilità transazionale.alternanza-bruxelles2

Il programma prevede, infine, la realizzazione di visite a carattere culturale organizzate durante i week-end in modo da favorire, non solo la conoscenza del paese ospitante, ma anche l’integrazione e lo sviluppo di competenze di cittadinanza attiva con lo scopo di accrescere negli studenti le capacità di apprezzare e conoscere la ricchezza di vivere in un contesto multiculturale, competitivo e stimolante, anche in vista di un futuro inserimento in un mondo del lavoro nel quale le frontiere conteranno sempre meno. Già molti luoghi, monumenti e musei sono stati visitati, intesi come momenti di arricchimento culturale e formativo degli studenti; non è ovviamente mancata una visita alla sede del Parlamento europeo, proprio nei giorni in cui si decidevano i vertici dei vari organismi.alternanza-bruxelles alternanza-bruxelles1 alternanza-bruxelles4 alternanza-bruxelles5 alternanza-bruxelles6 alternanza-bruxelles8

Articoli correlati

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultime notizie