lunedì, Maggio 20, 2024

Il vescovo incontra studenti e studentesse:
«Allenatevi alla solidarietà»

CIVITANOVA - Monsignor Pennacchio questa mattina è stato all'istituto comprensivo di via Regina Elena. Ha parlato anche di integrazione e accoglienza rispondendo alle domande di alunni e alunne

vescovo-incontra-ragazzi-civitanova-FDM-10-650x434

 

vescovo-incontra-ragazzi-rocco-pennacchio-civitanova-FDM-12-325x217
Il vescovo di Fermo monsignor Rocco Pennacchio

 

di Laura Boccanera

(Foto di Federico De Marco)

«La solidarietà è un allenamento quotidiano, che si manifesta a scuola, in famiglia. E’ inutile fare volontariato se poi nella vita di tutti i giorni fai il bullo. Sarebbe incoerente». Questo il messaggio che monsignor Rocco Pennacchio, vescovo di Fermo, ha voluto offrire questa mattina ai ragazzi e alle ragazze delle classi seconde della scuola media dell’istituto comprensivo di via Regina Elena per parlare di solidarietà, accoglienza e integrazione. All’incontro, organizzato dall’istituto presieduto dalla dirigente Daniela Boccanera, hanno preso parte anche le forze dell’ordine e il sindaco Fabrizio Ciarapica che ha ringraziato per l’incontro sottolineando il valore della solidarietà in un momento di crisi economica che porta anche ad una crisi di valori. Il vescovo di Fermo, prendendo spunto dalla canzone del musical “Aggiungi un posto a tavola” cantata dai ragazzi e dalle ragazze all’inizio dell’incontro, ha sviluppato il suo intervento sottolineando il valore dell’accoglienza.

vescovo-incontra-ragazzi-civitanova-FDM-5-325x217«La solidarietà è un tema che permette l’incontro fra credenti e non credenti. Spesso anche persone che non frequentano la Chiesa sono però molto disponibili ad accogliere. Come cristiani crediamo che nel povero c’è Dio. Ma divento solidale se accolgo. E l’accoglienza implica il coinvolgimento, far entrare qualcuno nella tua vita. Bisogna far crescere e integrare, altrimenti rimane un atto solidaristico che seppur importante è poca cosa. Fare la carità senza che questo mi scomodi non fa la differenza. Il musical “Aggiungi un posto a tavola” insegna proprio questo, la comunità con l’accoglienza e l’integrazione non si disintegra, ma si rinforza». Il vescovo ha poi suggerito ai ragazzi e alle ragazze, che hanno fatto molte domande sul volontariato e su come poter partecipare attivamente, di “allenarsi” quotidianamente nelle piccole cose: «non ha senso fare volontariato se poi a casa rispondo male o non aiuto la mamma che mi chiede di collaborare – ha detto monsignor Pennacchio -, iniziate dalle piccole cose, integrando e coinvolgendo a scuola quel ragazzino o quella ragazzina che viene esclusa perché troppo grasso o troppo magro, perché è diverso da te. In questo modo da adulti avrete sviluppato la giusta sensibilità».

vescovo-incontra-ragazzi-boccanera-pennacchio-ciarapica-civitanova-FDM-3-650x434
La dirigente dell’istituto comprensivo Via Regina Elena Daniela Boccanera

vescovo-incontra-ragazzi-civitanova-FDM-1-650x363

vescovo-incontra-ragazzi-civitanova-FDM-13-650x434

vescovo-incontra-ragazzi-civitanova-FDM-9-650x434

vescovo-incontra-ragazzi-fdo-civitanova-FDM-2-650x434

vescovo-incontra-ragazzi-preside-boccanera-civitanova-FDM-11-650x433

vescovo-incontra-ragazzi-fdo-piacentini-sabatucci-civitanova-FDM-7-650x433

Alessandra Pierini
Alessandra Pierini
mamma di Riccardo ed Angelo e esperta di parole. La sua penna è una bacchetta magica, per questo il suo soprannome è “Stilo”. Trasforma l’attualità di Macerata e provincia in articoli e racconti avvincenti.

Articoli correlati

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultime notizie