giovedì, Luglio 18, 2024

Una giornata a Palazzo Madama
come “Testimoni dei diritti”

PREMIO - Le classi 2A e 3A della scuola secondaria Fermi hanno vinto il concorso con il progetto cinematografico “Non uccidere i miei sogni”

Non-uccidere-i-miei-sogni-al-Senato
Alunni e alunne a palazzo Madama

Con il progetto cinematografico “Non uccidere i miei sogni”, l’Istituto scolastico Enrico Fermi di Macerata si aggiudica il primo premio ex equo al concorso “Testimoni dei diritti” al Senato della Repubblica. Il cortometraggio è stato diretto dalla regista Silvia Luciani e realizzato con la professoressa Miriana Mazzolini e le classi 2A e 3A in collaborazione con l’associazione Acsim Onlus, Norma Santori, Alessia Scoccianti e Fofana Mbaye.
Ieri, alla premiazione all’aula del Senato di Palazzo Madama, gli studenti e le studentesse hanno ritirato il premio durante la cerimonia conclusiva in diretta su Rai Tre, alla presenza della Commissione straordinaria dei diritti umani e alla presidente del Senato della Repubblica, Maria Elisabetta Alberti Casellati.
«Bellissima giornata in Senato. Un piccolo contributo lo abbiamo dato anche noi dell’Acsim che da anni collaboriamo con la professoressa Miriana Mazzolini a progetti di educazione civica sui temi della legalità e dei diritti umani» dichiara Norma Santori.
«Un riconoscimento importante per l’impegno di giovani testimoni dei diritti umani. Una grande op-portunità per condividere e promuovere l’importanza della Dichiarazione universale in questo periodo storico turbolento» afferma Luciani.
«Un’emozione speciale per le mie classi e per un percorso intrapreso da diversi anni con la regista Silvia Luciani e con Norma Santori e l’Acsim per dimostrare l’universalità della Dichiarazione dei diritti nata 70 anni fa – dice Mazzolini -, i ragazzi hanno presentato con serietà e professionalità il lavoro e mi hanno detto di sentirsi orgogliosi di appartenere a questa comunità».

“Non uccidere i miei sogni” premiato in Senato

Alessandra Pierini
Alessandra Pierini
mamma di Riccardo ed Angelo e esperta di parole. La sua penna è una bacchetta magica, per questo il suo soprannome è “Stilo”. Trasforma l’attualità di Macerata e provincia in articoli e racconti avvincenti.

Articoli correlati

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultime notizie