giovedì, Giugno 13, 2024

Tanti campi da mini volley
davanti al centro commerciale

LA PALLAVOLO MACERATA ha organizzato un torneo al Val Di Chienti per i bambini e le bambine della società del capoluogo, ma anche di Esavolley, Caldarola, Il Ponte, Corridonia e Castelraimondo

 

minivolley-medea-1

 

minivolley-medea-2-300x225

 

Parallelamente ai playoff della Medea, l’attività della Pallavolo Macerata in questi giorni si è mossa fortemente anche nella direzione del mini-volley. La società ha infatti organizzato domenica scorsa, davanti al centro commerciale Val Di Chienti un torneo per i bambini e le bambine di Macerata, ma anche di Esavolley, Caldarola, Il Ponte, Corridonia e Castelraimondo. Una bella giornata, anche da un punto di vista meteorologico, che ha visto un ottimo successo, anche con la concomitanza di altri tornei in zona che non ha però intaccato la partecipazione dei piccoli, i quali hanno trascorso una giornata di divertimento ed entusiasmo. «I bambini e le bambine si sono divertiti molto, e questo per noi è la cosa più importante – ha dichiarato Laura Monteverde, dirigente responsabile del settore giovanile – I ragazzi della Medea hanno partecipato alla grande, alcuni perché sono anche allenatori. Oltre a loro sono intervenuti altri che hanno partecipando giocando». Molto lavoro quindi, ma coronato da una bella festa dello sport che ha compensato lo staff societario di tutti i sacrifici fatti. «Ringrazio lo staff che ha lavorato – conclude Laura Monteverde – Sebbene fossimo in pochi, ci siamo rimboccati le maniche e abbiamo organizzato un’ottima festa. Ringrazio i ragazzi dei giovanili che sono venuti ad arbitrare, rendendo possibile tutto questo. Grazie anche al centro commerciale Val Di Chienti, che nella persona di Gianluca Tittarelli ci ha ospitato sugli spazi antistanti all’edificio e le società di San Severino e Caldarola che ci hanno prestato le reti che ci hanno permesso di giocare».

minivolley-medea-3

Marco Cencioni
Marco Cencioni
è il nostro eroe dello sport. Appassionato di calcio, tocco sopraffino, difensore roccioso fuori e dentro il campo. Sulle sue spalle, sopra il numero 4 campeggia il nick name “Ceng”. Ha lo spirito dell’allenatore. Per lui ogni partita si gioca fino al fischio finale, non si arrende mai. Gira il mondo e la provincia per scovare i giovani campioni che diventeranno gli atleti del futuro.

Articoli correlati

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultime notizie