sabato, Maggio 18, 2024

Due tolentinati salpano
con la Nave della Legalità

EDOARDO COSTANTINI E MICHELE POLISANO, studenti del Liceo classico Filelfo sono arrivati questa mattina o alla volta di Palermo per ricordare la strage di Capaci con altri 1700 ragazzi e ragazze

EDOARDO_COSTANTINI_MICHELE_POLISANO
Edoardo Costantini e Michel Polisano

Ci sono anche due tolentinati a bordo della Nave della legalità salpata ieri da Civitavecchia alla volta di Palermo. Si tratta di Edoardo Costantini e Michele Polisano, della 4°A del Liceo Classico “Filelfo” di Tolentino. Sono stati salutati con altri 1.700 ragazzi e ragazze dal  Capo dello Stato Sergio Mattarella. Con uno spot su Falcone e Borsellino, dal titolo “Accendi la luce”, i due studenti tolentinati, in rappresentanza della loro classe, sono risultati i vincitori per le Marche del concorso nazionale “Angeli custodi: l’esempio del coraggio, il valore della memoria”, indetto dalla Fondazione Falcone in intesa con il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, e con il patrocinio della Polizia di Stato.

Capaci
Un momento della manifestazione al porto di Palermo

L’idea di partecipare al concorso è nata anche a seguito dell’ultima assemblea studentesca, in cui i ragazzi hanno invitato Giuseppe Costanza, autista di Falcone in quell’ultimo viaggio incontro alla strage di Capaci. “Gli uomini passano, le idee restano. Restano le loro tensioni morali e continueranno a camminare sulle gambe di altri uomini”, con queste parole di Falcone si chiude il video realizzato da Edoardo e Michele con la collaborazione di Alessandro Nalli e Jacopo Cicconofri, convinti che le mafie abbiano da temere dalla scuola e dall’educazione alla legalità perché appartengono alle nuove generazioni “le gambe su cui continueranno a camminare“ le idee di giustizia, libertà e rispetto che sono alla base della convivenza civile.
Gli studenti e le studentesse della nave della legalità sono arrivati a Palermo questa mattina, 23 maggio, per le celebrazioni in occasione del XXVI anniversario delle Stragi di Capaci e di via d’Amelio.

mattarella_nave_legalità2-1024x628
Il presidente Mattarella saluta studenti e studentesse

Le celebrazioni istituzionali si sono tenute nell’Aula Bunker dell’Ucciardone, luogo simbolo del Maxiprocesso a Cosa Nostra. Alla manifestazione, trasmessa in diretta su Rai Uno, presente anche il Presidente della Camera, Roberto Fico. Sono intervenuti, tra gli altri, il vicepresidente del Csm, Giovanni Legnini, la Ministra dell’Istruzione, Valeria Fedeli, il Procuratore Nazionale Antimafia e Antiterrorismo, Federico Cafiero de Raho, il Capo della Polizia Franco Gabrielli, il rappresentante del Federal Bureau of Investigation (FBI) John Brosnan, la presidente della Fondazione Falcone e sorella di Giovanni, Maria Falcone, due dei magistrati protagonisti del Maxiprocesso, Pietro Grasso e Giuseppe Ayala, rispettivamente giudice a latere e pubblico ministero dello storico processo contro Cosa Nostra istruito da Falcone e Borsellino.

mattarella_nave_legalità3

Il presidente Mattarella saluta studenti e studentesseDurante la cerimonia, Franco Gabrielli, Maria Falcone e Tina Montinaro, vedova di Antonio, caposcorta del giudice Falcone, premieranno le studentesse e gli studenti vincitori del concorso indetto dalla Fondazione Falcone. I primi classificati avranno l’opportunità di volare negli Stati Uniti, dal 23 al 30 giugno, per un viaggio della legalità tra Washington e New York che li porterà anche a Quantico, sede dell’Accademia dell’FBI. Nel pomeriggio, dopo le celebrazioni nell’Aula Bunker, le manifestazioni proseguiranno con i due tradizionali cortei: il primo si muoverà alle ore 15.30 da via D’Amelio, il secondo alle ore 16 dall’Aula Bunker. Entrambi si ricongiungeranno sotto l’Albero Falcone, in via Notarbartolo, per il Silenzio, alle 17.58, l’ora della strage di Capaci. Per non dimenticare il sacrificio di uomini e donne dello Stato che hanno creduto e si sono impegnati per affermare i valori della giustizia e della libertà nel nostro Paese.

mattarella_nave_legalità

Articoli correlati

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultime notizie