sabato, Giugno 22, 2024

Giovani attori innamorati del greco:
conquistano l’ambasciata
e vincono un viaggio

MACERATA - Gli alunni e le alunne della V sezione D del liceo classico Leopardi, Maddalena Giunta, Giulia Porfiri e Lorenzo Rapari, hanno vinto il concorso dedicato all'antica lingua ellenica. Saranno ospiti nei prossimi giorni di una trasmissione in onda su Rai Radio Uno

classe-VD
La sezione D del quinto anno del liceo classico Leopardi di Macerata


Girano un cortometraggio ispirato all’antica Grecia e conquistano l’ambasciata ellenica. Gli alunni e le alunne della V sezione D del liceo classico Leopardi di Macerata, Maddalena Giunta, Giulia Porfiri e Lorenzo Rapari, hanno vinto il concorso “Tutti parliamo Greco”, indetto dall’ambasciata di Grecia in Italia: alla bella e originale iniziativa hanno aderito studenti e studentesse dei licei classici, da Torino a Palermo; sono pervenuti alla segreteria del concorso 160 elaborati (testo o video), in cui viene utilizzato, nel modo più creativo, il maggior numero di parole italiane di origine greca.
Gli alunni e le alunne della V D, sezione di Comunicazione del Liceo cittadino, supportati nella parte tecnica dalla professoressa Martina Pesaresi, hanno messo in campo tutte le competenze acquisite nei due anni di studio delle discipline classiche e delle tecniche di comunicazione, producendo un bellissimo cortometraggio dal titolo “Dramma di un antropologo innamorato”, che ha vinto il primo premio assegnato dalla Commissione presieduta dal Console di Grecia in Italia. I ragazzi e le ragazze partiranno per un soggiorno in Grecia offerto ai vincitori dall’Ambasciata di Grecia e saranno ospiti nei prossimi giorni della trasmissione radiofonica di Rai Radio Uno “Caffè Europa”. La referente del progetto professoressa Barbara Menicucci, docente di Greco della classe V D, si dichiara entusiasta della opportunità offerta agli alunni da questo concorso: i ragazzi e le ragazze hanno avuto la possibilità di mettere alla prova la loro creatività, il loro talento e la passione per la lingua greca antica che studiano con amore e impegno.

giulia-porfiri-maddalena-giunta-lorenzo-rapari
Giulia Porfiri, Maddalena Giunta, Lorenzo Rapari

Il tema del concorso è subito piaciuto agli alunni e alle alunne, il loro lavoro è stato serio e impegnativo, ma nello stesso tempo all’insegna dell’entusiasmo, dell’allegria e dell’amicizia: il cortometraggio prodotto è frutto dell’amore per la lingua e cultura greca, della consapevolezza dei millenari legami non solo linguistici fra Italia e Grecia, ma è anche segno di come gli studi a cui gli studenti e le studentesse del Liceo Classico si dedicano possano prestarsi ad essere fruiti in maniera più vicina alle nuove generazioni attraverso l’uso dei mezzi espressivi a disposizione dei giovani.  A questo proposito, la dirigente Annamaria Marcantonelli sottolinea come il premio sia un riconoscimento per il produttivo connubio fra discipline classiche e nuove tecniche di comunicazione, che si sperimenta al classico Leopardi”di Macerata ormai da qualche anno, da quando è presente una sezione di “Comunicazione”: il video, prodotto interamente dai ragazzi, è frutto delle abilità acquisite in questi due anni di studi delle tecniche di comunicazione. Maddalena, Giulia e Lorenzo si sono dimostrati bravi autori, registi e attori, inventando una storia buffa, trovando, con enorme sorpresa, una quantità impensabile di termini di uso corrente in Italiano ma di origine greca, avvicinandosi in modo originale ad una disciplina talvolta ostica.

Leonardo Giorgi
Leonardo Giorgi
Affacciato dal Balcone delle Marche, Leo osserva il territorio maceratese per raccontare tutte le curiosità più interessanti e dare una mano a chiunque sia in difficoltà. Non dorme mai, ed è disponibile notte e giorno per la squadra e per le persone che chiedono il suo aiuto. É chiamato il “Marziano” perchè si rifugia spesso sullo spazio, per non farsi trovare dai potenti che prende in giro. Instancabile scrittore, i suoi unici punti deboli sono i videogiochi Nintendo e la musica rock. Prima di fare il giornalista era un famoso allenatore di Pokémon.

Articoli correlati

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultime notizie