lunedì, Maggio 20, 2024

Nuova aula informatica
per i bimbi di Valfornace

BEL GESTO - A donarla i gruppi Lions di Pesaro, Urbino, Senigallia, Fano, Gabicce, Pergola. Al via anche il cineforum

pc-valfornace-1-650x366

Valfornace riparte dalla scuola, come centro propulsore di cultura, punto di riferimento per la comunità disgregata dal terremoto. Cineforum per ragazzi ed adulti, la nuova scuola Ugo Betti diventa fucina di iniziative, anche grazie alla nuova aula di informatica, donata questa mattina dai gruppi Lions di Pesaro, Urbino, Senigallia, Fano, Gabicce, Pergola. Stasera poi genitori, bambini, semplici cittadini, potranno assistere alla proiezione del film “Limitless”, che fa parte della rassegna di quattro appuntamenti, con il nucleo tematico sul senso del limite, messi in campo da insegnanti della scuola, in collaborazione con Officine Mattoli. Questa mattina una rappresentanza dei Lions Club Marche Nord, accompagnati da Alessandro Tinti che da tempo insieme a tanti amici del gruppo “Aiutiamo e non crolliamo” si occupa di fare beneficenza ai centri terremotati, è giunta nella nuovissima scuola provvisoria donata al paese dalla Salini Impregilo, per l’inaugurazione dell’aula di informatica. Sono intervenuti il preside Maurizio Cavallaro, il vicesindaco Simone Marchetti, il presidente Lions Club Camerino Dino Jajani, rappresentanti dei genitori, i piccoli alunni e gli insegnanti. «Abbiamo voluto donare quest’aula in segno di speranza per il futuro – ha detto Attilio Rotatori, presidente zona A del distretto 108 Lions – un piccolo segno della nostra partecipazione, dopo il dramma che vi ha colpito».

pc-valfornace

Il preside Cavallaro ha spiegato come, dopo l’anno difficile del terremoto che i piccoli hanno vissuto in strutture provvisorie, la scuola sia ripartita bene e con tante iniziative, con alcune classi finaliste ai campionati regionali di volley, altri che parteciperanno al campionato provinciale di scacchi, alle olimpiadi della matematica, mentre nella nuovissima aula saranno organizzati corsi di informatica. La novità del cineforum è stata illustrata, a nome di tutti, dalla professoressa Silvia Riccioni: «L’idea è nata dopo il terremoto, anch’esso un limite, non solo fisico. L’obiettivo è fare tutti insieme qualcosa per superare questo momento, alla sera ci si ritrova insieme, genitori, bambini e anche la cittadinanza che è libera di partecipare e si vede il film». Per gli alunni il progetto didattico è relativo al senso del limite, come ostacolo, opportunità o confine inderogabile. Nel pomeriggio si svolge la lezione sul cinema di Riccardo Minnucci di Officine Mattoli di Tolentino, alla sera la cittadinanza si può liberamente trovare a scuola alle 20.30, con genitori e alunni, per vedere il film. Prossimi appuntamenti: 8 marzo ore 20.30 con Persepolis, 20 marzo stessa ora con La teoria del tutto, 19 aprile con A scanner darkly.

valfornace-4-650x366

valfornace-cineforum

Articoli correlati

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultime notizie