lunedì, Luglio 15, 2024

Siam pronti alla morte,
l’Italia chiamò!

VOCI DAL TEATRO - "Fuorigioco" al Don Bosco di Tolentino. La recensione degli studenti del Filelfo

fuorigioco-1-768x1024
Gli studenti del progetto “Voci dal Teatro”

La recensione dello spettacolo “Fuorigioco”, messo in scena sabato scorso al teatro Don Bosco di Tolentino nell’ambito della stagione del teatro Nicola Vaccaj. I ragazzi che partecipano al progetto “Voci dal Teatro” sono Francesca Mattiacci, Emma Scinti Roger, Edoardo Costantini, Michele Polisano, Chiara Mochi.

di Emma Scinti Roger e Francesca Mattiacci

Cosa ci induce a spingerci sul bordo del baratro? I protagonisti della pièce teatrale Fuorigioco, che è stata messa in scena sabato 2 dicembre al cineteatro Don Bosco di Tolentino, hanno analizzato con ironia e onestà tutti i tipi di crisi che possono portare a prendere questa pesante decisione. È il 28 giugno 2012, sta per iniziare la semifinale degli europei di calcio Italia-Germania, anche Mario e Anna vorrebbero tifare per gli azzurri ma, affacciandosi dal balcone, trovano una terribile sorpresa: Adriano e Laura sono in bilico sul bordo del loro cornicione, in procinto di buttarsi insieme. Dopo lunghi attimi di stupore, le due coppie iniziano a parlare ripercorrendo le storie e i motivi che hanno portato Adriano e Laura a questo gesto disperato, facendo emergere una serie di crisi personali e verità non dette nei due matrimoni. All’inizio è evidente la contrapposizione tra le due coppie: da una parte Adriano e Laura, benestanti, con inclinazioni intellettuali che hanno sacrificato per trovare il loro posto all’interno di una società che ritengono superficiale e ipocrita; dall’altra Mario e Anna, con lavori precari, che vivono la crisi in prima persona, ma favoriti dalla certezza di un rapporto che sembra stabile.

fuorigioco-4-1024x683

Lungo il corso della pièce teatrale queste convinzioni si sgretolano, attraverso scontri, momenti di sincerità e confronto su temi come il denaro, il razzismo, la religione, la televisione, il sesso: luoghi comuni e posizioni sociali vengono totalmente sovvertiti. La conclusione, nel finale aperto in cui il balcone che separava le due coppie sparisce, lascia spazio a una riflessione sulla realtà personale di ognuno di noi, che in un certo senso è sempre fuori gioco, corre cioè sicura fin quando non ci si accorge che è tutto invano.

fuorigioco-2-1024x683

Nato dal progetto e della regia di Emiliano Masala, scritto da Lisa Nur Sultan, vede come interpreti Gianpietro Judica (Adriano), Elisa Lucarelli (Laura), Emiliano Masala (Mario) e Francesca Porrini (Anna). Questa compagnia è riuscita a lasciare il pubblico con spunti di riflessione ma anche con un sorriso sulle labbra, in quanto lo spettatore è stato in grado di immedesimarsi nella contraddittorietà dei protagonisti e nelle loro vite disordinate. Ha contribuito a creare questo rapporto diretto spettatori/attori la prospettiva frontale e la scenografia semplice, che viene realizzata davanti gli occhi del pubblico, a sipario aperto, per evidenziare la finzione teatrale e instaurare un gioco interpretativo che coinvolge tutta la platea.

fuorigioco-3-1024x683

 

Gabriele Censi
Gabriele Censi
Esperto di video con la sua telecamera non si lascia sfuggire un servizio. Ama la natura e la vita nei campi e porta sempre i frutti della terra ai suoi inseparabili amici della Base. E’ il grande saggio e bisbiglia consigli e suggerimenti. “Guru” lo chiamano gli amici. Nessuno conosce la sua età.

Articoli correlati

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultime notizie