martedì, Luglio 16, 2024

“Cuor di carciofo” conquista
“Le Marche a tavola”

MACERATA - Le premiazioni questa mattina alla Raci: ecco le scuole vincitrici

Foto_Carancini
Una grande festa ha concluso questa mattina la sesta edizione del progetto “Oro della Terra a Tavola” promosso da Legambiente, Oro della Terra e in stretta collaborazione con il Comune di Macerata.
Circa 130 studenti hanno raggiunto il Centro Fiere di Villa Potenza in occasione della 33a edizione della Raci (Rassegna Agricola Centro Italia) per scoprire insieme i vincitori del concorso “Le Marche a Tavola”, tema di questa edizione che ha voluto puntare l’attenzione sui prodotti ortofrutticoli del territorio marchigiano, un ottimo modo per permettere ai bambini di riscoprire la stagionalità dei prodotti e la loro capacità nel favorire salute e benessere nelle giovani generazioni.

“È importante che si raggiungano gli obiettivi prefissati dal progetto, portato avanti grazie alle nostre risorse – ha commentato Nazzareno Ortenzi, direttore generale di Oro della Terra -. Il coinvolgimento degli insegnanti, dei bambini, dei genitori è stato fondamentale, ma soprattutto quello dei nonni che hanno avuto un ruolo importante sia nella realizzazione dei lavori che nel tramandare saperi e tradizioni del territorio marchigiano alle nuove generazioni”.

Foto_Sciapichetti

Da sei anni il progetto, che quest’anno ha coinvolto più di 900 studenti delle province di Ancona, Macerata e Fermo, si propone di portare all’attenzione dei più giovani e delle loro famiglie il tema della corretta alimentazione, del giusto consumo di frutta e verdura e dell’importanza per l’ambiente e per l’uomo di rispettare la stagionalità e di consumare prodotti di buona qualità.

 

 

 

“Una corretta alimentazione è una condizione essenziale per la salute umana e una tutela per la vita del Pianeta – aggiunge Francesca Pulcini, presidente di Legambiente Marche -. Per questo, assieme ad Oro della terra, da anni continuiamo a promuovere la cultura di una sana alimentazione tra i più piccoli. Radici, agricoltura, cibo e innovazione sono alla base di questo progetto didattico e siamo orgogliosi di aver dato il via a questa manifestazione nella sua nuova identità. Attraverso la valorizzazione e la promozione delle produzioni di qualità identitarie del mondo agricolo del nostro territorio, inoltre, possiamo fornire un contributo all’ulteriore sviluppo economico della nostra regione.”

“La vostra presenza valorizza e rende più bella la Raci. – ha dichiarato Romano Carancini, sindaco di Macerata – Quello che avete svolto in classe è un progetto importante, perché vi insegna quanto una sana alimentazione, basata su cibi genuini e soprattutto sul consumo di frutta fresca, sia fondamentale”.

Foto_CaranciniODT

Per la provincia di Ancona ha vinto la classe IV della Scuola Primaria Merloni di Genga con la seguente motivazione: la Calvilla bianca d’Inverno detta Leoncina gengarina è stata dai bambini promossa così bene, attraverso un lavoro sintetico, preciso ed efficace, tanto da suscitare il desiderio di visitare tutto il territorio di Genga. La classe ha infatti valorizzato le caratteristiche nutrizionali, storiche e gastronomiche della mela insieme alle attrazioni turistiche della loro terra.

Per la provincia di Macerata ha vinto la classe III della Scuola Primaria Pertini di Piediripa con la seguente motivazione: il lavoro spicca per l’accuratezza e la creatività con cui la classe ha valorizzato il carciofo di Montelupone. Notevole anche la realizzazione della sorprendente mascotte “Cuor di carciofo”. Il video con l’intervista al produttore, il coinvolgimento delle famiglie e lo slogan Anche il carciofo ha un cuore e si prende cura del tuo, inoltre, sono risultati molto efficaci nel promuovere questo ortaggio, eccellenza del nostro territorio.

Per la provincia di Fermo ha vinto la classe IV della Scuola Primaria Molini di Tenna di Fermo con la seguente motivazione: la classe ha saputo valorizzare la pesca della Val D’Aso e ha messo in evidenza la spiccata vocazione produttiva dei piccoli borghi della fertile vallata come Rubbianello, Montefiore, Ortezzano. A conquistare la giuria è anche “Francesca la pesca”, la mascotte realizzata dai bambini che riproduce, anche nei colori dal rosa pallido all’arancio, il frutto simbolo della Val D’Aso.

Menzione speciale alla scuola Pietro Santini di Loro Piceno per la realizzazione del calendario “L’Oro di Loro, Loro Piceno a Tavola”, che ha saputo unire due finalità: interpretare il progetto Oro della Terra a tavola ed essere un mezzo per raccogliere fondi mirati a finanziare iniziative scolastiche o l’acquisto di materiale didattico in una situazione delicata come quella del post terremoto.
La mattinata è stata realizzata in collaborazione con il Comune di Macerata e con la Pro Loco di Piediripa.

Alessandra Pierini
Alessandra Pierini
mamma di Riccardo ed Angelo e esperta di parole. La sua penna è una bacchetta magica, per questo il suo soprannome è “Stilo”. Trasforma l’attualità di Macerata e provincia in articoli e racconti avvincenti.

Articoli correlati

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultime notizie