venerdì, Maggio 24, 2024

Tra tolleranza e ipocrisia,
arrivano “I suoceri albanesi”

TOLENTINO - La recensione dei ragazzi e delle ragazze dell'istituto Filelfo

suoceri_albanesi-1-1024x576
Il saluto finale

suoceri_albanesi-2-300x169
“I suoceri albanesi”, penultimo spettacolo della stagione teatrale Nicola Vaccaj 2016/2017, è andato in scena venerdì 3 marzo.

Con la regia di Claudio Boccaccini, il testo di Gianni Clementi ci immette nella vita di Lucio, un assessore impegnato ma anche frustrato, interpretato dal noto attore e doppiatore Francesco Pannofino, alle prese con gli imprevisti della quotidianità. Accompagnato sulla scena dalla moglie e moderna chef (Emanuela Rossi), deve sopportare amici new-age, inquilini coloriti, ma il vero problema arriva quando uno dei due operai albanesi da lui assunti finisce per regalargli un nipotino.
suoceri_albanesi-3-300x169Fra divertenti equivoci e interessanti sguardi sulla società moderna, tollerante ma a volte ipocrita, la pièce, adatta al pubblico di qualsiasi età o etnia, scorre piacevolmente in maniera quasi cinematografica, facendoci riflettere con leggerezza e ironia.
Grande l’apprezzamento del pubblico intervenuto che coi suoi applausi ha richiamato più volte gli attori sul palco.

***
La recensione è stata scritta dagli studenti dell’istituto Filelfo Francesca Mattiacci, Emma Scinti Roger, Edoardo Costantini, Michele Polisano e Chiara Mochi nell’ambito del progetto “Voci dal teatro”

Alessandra Pierini
Alessandra Pierini
mamma di Riccardo ed Angelo e esperta di parole. La sua penna è una bacchetta magica, per questo il suo soprannome è “Stilo”. Trasforma l’attualità di Macerata e provincia in articoli e racconti avvincenti.

Articoli correlati

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultime notizie